Banda di ricettatori cileni scoperta dai Carabinieri. Recuperati gioielli per oltre 100mila euro nascosti in un’intercapedine

2

(MeridianaNotizie) Roma, 11 marzo 2014 – I Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina hanno scoperto un deposito di oggetti rubati, perlopiù gioielli per un valore I gioielli e gli oggetti di valore recuperati dai Carabinieri___complessivo di oltre 100mila euro, in un appartamento abitato da una 27enne e un 26enne, entrambi cittadini cileni. L’indagine è partita quando la scorsa settimana i Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina hanno arrestato 5 cittadini cileni che con carte di credito rubate a turisti e documenti d’identità falsi, avevano acquistato merce da alcuni negozi di alta moda del Centro Storico della Capitale, per migliaia di euro.

I gioielli e gli oggetti di valore recuperati dai Carabinieri__Dopo il processo con il rito direttissimo, furono tutti rimessi in libertà. L’attività dei Carabinieri è proseguita con servizi di osservazione, pedinamento e controllo fino a quando, seguendo le loro tracce, è stato scoperto il covo in un’abitazione di Ostia, abitata dai due cileni. E’ scattata la perquisizione che ha permesso di rinvenire numerosa merce di provenienza illecita, nascosta in varie parti dell’abitazione.

Persino in un intercapedine dove sono stati trovati vari gioielli tempestati di diamanti e altre pietre preziose del valore di oltre 100mila euro, risultati rubati lo scorso 9 marzo all’aeroporto di Fiumicino, ad una donna di origini spagnole. Inoltre sono stati rinvenuti 3 cellulari di ultima generazione e borse delle migliori griffe di alta moda acquistate con carte di credito rubate. Tutta la merce è stata sequestrata in attesa di essere restituita ai proprietari. La 27enne è stata arrestata per ricettazione e tradotta presso il carcere di Rebibbia mentre il connazionale 26enne è stato denunciato in stato di irreperibilità e tuttora ricercato.

Servizio di Domenico Lista

Altre videonews di Cronaca:

 

VIDEO > Scoperto “bazar del falso” nel quartiere Ballarò: fabbricavano Adidas, Nike e Harmont & Blaine

 

VIDEO > Expo 2015, firmato protocollo d’intesa sull’esposizione dell’agroalimentare italiano

 

Print Friendly, PDF & Email
Share.