VIDEO > “Lazio Internazional”, la Regione presenta al MAE il piano di internazionalizzazione del Lazio

2

Zingaretti: “il Lazio è tornato, è tornato a essere protagonista e farà la sua parte per il bene dell’Italia”

(MeridianaNotizie) Roma, 26 marzo 2014 – Portare l’economia del Lazio alla ribalta sulla scena internazionale, incrementando la competitività e l’attrattiva del sistema produttivo regionale nei confronti degli lazio international2 investitori esteri: sono questi gli obiettivi di “Lazio international”, il primo piano regionale per l’internazionalizzazione dell’economia laziale, presentato nella sede del Ministero degli Affari esteri dal governatore del Lazio, Nicola Zingaretti e l’assessore regionale allo Sviluppo Economico e Attività produttive, Guido Fabiani, alla presenza del ministro degli Esteri, Federica Mogherini ed il vice ministro per lo Sviluppo Economico, Carlo Calenda.

L’obiettivo potrà essere raggiunto grazie ad un investimento economico pari a 20 milioni di euro nella programmazione 2014-2016 (di cui 11,4 milioni per 2014), puntando su 10 settori: l’aerospazio, l’agroalimentare, l’arredo-design, l’automotive, le bioscenze, l’economia del mare, l’ict, l’industria culturale, il restauro e tecnologia delle costruzioni e infine il sistema moda. Inoltre a queste risorse si aggiungono 45 milioni di euro sulla programmazione europea 2014-2020.

“Siamo la secondo regione italiana per pil, siamo parte dell’Italia e vogliamo contribuire a ricostruire questo Paese.- ha sottolineato Zingaretti – il Lazio è tornato, è tornato a essere protagonista e farà la sua parte per il bene dell’Italia.”

Il Lazio, con gli investimenti previsti dal Piano per l’internazionalizzazione, si propone di: restringere il gap tra il contributo del Lazio alla formazione del Pil italiano (circa l’11%) e l’incidenza delle sue esportazioni sul totale nazionale (4,7%); incrementare la competitività del sistema produttivo regionale, collegando le politiche per l’internazionalizzazione a un sistema organico di interventi per il tessuto produttivo (startup, reti d’impresa, ricerca e innovazione, trasferimento tecnologico. ecc..); aumentare la capacità del Lazio di attrarre e valorizzare i talenti, il capitale umano e le risorse finanziarie esterne. Per fare ciò, le azioni regionali per il 2014 (per complessivi 11,4 milioni) si muoveranno su tre linee strategiche: un bando da 5 milioni di euro per finanziare le proposte e i progetti di internazionalizzazione presentati dal sistema imprenditoriale,lazio international1 accompagnato da uno stanziamento di 500mila euro destinato a voucher per l’accesso delle imprese a servizi per l’internazionalizzazione e la partecipazione a fiere; 5,4 milioni per realizzare progetti regionali finalizzati ad accompagnare l’espansione delle Pmi in diversi Paesi (in particolare, 2,6 milioni per progetti di internazionalizzazione verso Mediterraneo e Americhe; 0,9 milioni per fiere internazionali, turismo ed Expo 2015; 400mila euro per diplomazia economica; 200mila per la formazione di manager aziendali, 100mila per la realizzazione di un festival internazionale Startup); 500mila euro per interventi di governance, orientamento alle imprese e la realizzazione del nuovo portale per l’internazionalizzazione www.laziointernational.it a disposizione delle imprese ed infine, per predisporre un sistema di monitoraggio delle iniziative di internazionalizzazione presenti nel Lazio e di valutazione di quelle finanziate o partecipate dalla Regione.

Servizio di Teresa Ciliberto

Altre videonews di Lazio Regione

VIDEO > Vittime Mafie, dalla Pisana a Latina la “transumanza a pedali” con Libera e Tête de bois

VIDEO > Dalla Cgil nuove proposte per rilanciare la Capitale al V° congresso di Roma e Lazio

VIDEO > Oltre 2,6 mld per la nuova programmazione europea, risorse ora al vaglio del consiglio regionale

Share.