VIDEO > Nuovo colpo a clan Fasciani di Ostia, da GdF 16 arresti e 10 sequestri del valore di 6 mln di euro

1

Tra le forme di intestazione fittizia maggiormente utilizzate figurano le cc.dd. “S.r.l. semplificate”, più note come “S.r.l. ad 1 euro”

 (MeridianaNotizie) Roma, 4 marzo 2014 – Dalle prime luci dell’alba 200 Finanzieri del Comando Provinciale di Roma stanno eseguendo una vasta operazione nei confronti di un sodalizio di stampo mafioso, radicato sul litorale laziale. 16 le  persone arrestate, accusate di associazione a delinquere di stampo mafioso e trasferimento fraudolento di beni. 10 le attività commerciali sequestrate tra cui il FABER Village, uno dei lidi più in voga del litorale romano per un valore complessivo di stima pari a oltre 6 milioni di euro. Le indagini – coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Capitale ed eseguite dalle Fiamme Gialle del G.I.C.O. del Nucleo di Polizia Tributaria e del II Gruppo Roma -hanno permesso di accertare come il clan Fasciani si fosse insinuato e radicato nell’economia legale della Città eterna, attraverso la costituzione – per il tramite di prestanome – di una serie di società operanti nel settore della ristorazione, della gestione di stabilimenti balneari, delle discoteche e della rivendita e noleggio di autovetture. gdf4

Tra le forme di intestazione fittizia maggiormente utilizzate figurano le cc.dd. “S.r.l. semplificate”, più note come “S.r.l. ad 1 euro”, con le quali sono stati acquisiti i singoli rami d’azienda di alcune società sequestrate nel luglio 2013, svuotandole dei relativi patrimoni aziendali in maniera tale da annullare, gli effetti dei precedenti provvedimenti ablativi. In questo modo i Fasciani sono riusciti a mantenere il controllo di numerose attività imprenditoriali. Tutti gli investimenti colpiti oggi sono riconducibili ad un unico “centro d’interesse occulto”, ben organizzato e collegato, che consente di dare al fenomeno una chiave di lettura unitaria e verticistica pur permettendo l’accertamento delle responsabilità penali dei singoli aderenti. L’odierna operazione della Direzione Distrettuale Antimafia di Roma conferma come i clan conseguano ingiusti ed illeciti profitti e vantaggi, attraverso un controllo sia del territorio di competenza sia delle relative attività economiche e produttive. Il quadro delineato dalle indagini restituisce, pertanto, l’immagine di una mafia moderna ed imprenditrice, con una struttura articolata e complessa, con un’attitudine colonizzatrice ed espansionistica, in linea con le vere e proprie holding finanziarie, e tale – grazie ad una indiscussa leadership, conquistata per la dimostrata affidabilità personale ed economica – da raggiungere livelli altissimi di efficienza operativa.

 Il servizio di Mariacristina Massaro

 Altre videonews su Cronaca:

VIDEO > Porto l’orto a Lampedusa, domenica 13 aprile gli orti urbani ai Fori Imperiali

VIDEO > Senza luce, rapporto dell’associazione 21 Luglio sulle politiche della giunta Marino verso rom e sinti

VIDEO > “Gladiatori” Ex vigilantes protestano in Campidoglio: Sindaco Marino rispetta gli impegni

Share.