VIDEO > Rifiuti, presidio Usb davanti sede Ama: “azienda non è bancomat dei politici”

1

Dipendenti: “È gente che grazie ai ‘superminimi’ prende surplus di stipendio che vanno dai 350 euro ai 6.000 euro”

(Meridiana Notizie) Roma, 11 marzo 2014 – “Presidente Fortini, manda giù i dirigenti, ce servono gli scopini!”. È l’appello ironico al presidente dell’Ama Daniele Fortini, da parte dei lavoratori dell’azienda, in presidio organizzato dall’Usb davanti alla sede di via Calderon de la Barca in zona Grotta Perfetta. Circa trenta partecipanti, con lo striscione “I lavoratori hanno già dato” e cartelli tra cui “L’Ama non è il vostro bancomat”, “È da 20 anni che fate dell’Ama la vostra azienda privata”, “Diritti, dignità, trasparenza”, chiedono al vertice della partecipata di rimuovere i dirigenti. “Il risanamento di Ama passa per il risanamento della sua classe dirigente – afferma Giovanni Belluomo, autista Ama e delegato Usb – perciò abbiamo chiesto a Fortini un nuovo incontro oggi, perché l’azienda continua a essere un bancomat per politici e imprenditori che ai livelli più alti hanno sistemato parenti e amici, dall’amministrazione Rutelli in poi, con un peggioramento sotto Alemanno”. ama

È gente, prosegue, “che grazie ai ‘superminimi’ prende surplus di stipendio che vanno dai 350 euro ai 6.000 euro”. Ma soprattutto, “è incapace: il porta a porta è improvvisato, solo l’intervento dell‘assessore all’Ambiente Estella Marino ha sbloccato a ottobre i 2.000 trasferimenti per iniziare il porta a porta”. Il tutto, attacca, “mentre ci sono 750 milioni di debiti e gli impianti sono sommersi dall’immondizia”. E quello di Rocca Cencia, denuncia Belluomo, “chiuso per far lavorare i privati come l’Aremaplast, in odore di camorra”. Il sospetto, “rafforzato dall’attacco della stampa nei confronti prima di Atac e poi di Ama – nota Belluomo – è di voler mandare in fallimento l’azienda per privatizzare e spacchettare, secondo quanto previsto dal decreto ‘Salva Roma’”. Qualcosa che per l’esponente Usb è già in corso: “Sono le società di consulenze esterne le responsabili dei fallimenti del porta a porta e degli altri modelli ‘mattonella’ e ‘duale'”.

Il servizio di Mariacristina Massaro

Altre videonews su Cronaca:

VIDEO > 47 mln di euro percepiti indebitamente, segnalati a Corte dei Conti centri di formazione professionale

VIDEO > Tornava da Amsterdam con 48 ovuli di cocaina, arrestato un sudamericano

Banda di ricettatori cileni scoperta dai Carabinieri. Recuperati gioielli per oltre 100mila euro nascosti in un’intercapedine

Print Friendly, PDF & Email
Share.