VIDEO > Sequestrata fabbrica di armi della ‘Ndrangheta, l’officina alimentava l’arsenale delle ‘Ndrine

1

(MeridianaNotizie) Gioia Tauro, 15 marzo 2014 – (Fonte Polizia di Stato) Doveva essere l’officina di un maneggio, in realtà nascondeva una vera e propria fabbrica di armi con cui la ‘Ndrangheta fabbrica di armi 'ndrangheta1alimentava il proprio arsenale.

Nel laboratorio clandestino, situato a Terranova Sacco Minulio, in Contrada Castello, gli artigiani delle ‘Ndrine fabbricavano pezzi particolari come canne, caricatori o silenziatori, oltre a riparare e modificare armi di ogni genere.

Gli agenti del commissariato di Gioia Tauro (Reggio Calabria), hanno fatto irruzione nel capannone, arrestando due cittadini romeni, entrambi incensurati, che in quel momento si trovavano nella struttura.

fabbrica di armi 'ndrangheta2I poliziotti hanno posto sotto sequestro la fabbrica abusiva e tutto il suo contenuto: due torni, un trapano a colonna, attrezzature per lavorare i metalli e decine di parti di armi come caricatori, molle di recupero, cani, percussori e materiale per effettuare la ricarica delle munizioni.

Sequestrati anche una pistola, tipo revolver, calibro 38 e un fucile calibro 12, appena revisionati e pronti a sparare.

Servizio di Domenico Lista

Altre videonews di Cronaca:

VIDEO > La Grande bellezza sbarca in Campidoglio, Sorrentino cittadino onorario di Roma

VIDEO > Pronto progetto per riqualificare l’incrocio tra via Prenestina e via dell’Acqua Vergine

VIDEO > Made in Italy, al via la nuova campagna pubblicitaria dell’Enit sul turismo italiano

Print Friendly, PDF & Email
Share.