VIDEO > Parte da Roma il quarto festival “Rendez-vous, appuntamento con il nuovo cinema francese”

0

(MeridianaNotizie) Roma, 31 marzo 2014 – Si apre a Roma dal 2 al 6 aprile 2014: Rendez-vous, appuntamento con il nuovo cinema francese, quarta rendez-vous3edizione del festival esclusivo dedicato al nuovissimo cinema d’Oltralpe. Il viaggio parte dalla Capitale e, nell’arco di più di un mese, toccherà le città di: Palermo, Bologna, Torino, Milano, e da quest’anno Napoli. Ciascuna ripresa accoglie parte della programmazione romana e un focus dedicato a un ospite speciale.

Iniziativa dell’Ambasciata di Francia in Italia, la manifestazione è realizzata dall’Institut français Italia, in collaborazione con Unifrance films, con la partecipazione dell’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici. BNL Gruppo BNP Paribas, per il quarto anno consecutivo, è main sponsor della rassegna. Inoltre il festival beneficia del sostegno dell’Institut français, della Fondazione Nuovi Mecenati – fondation franco-italienne pour la création contemporaine, de l’Hotel Sofitel Rome Villa Borghese, di Yves Saint Laurent Beauté e di Groupama Assicurazioni. 

La direzione del progetto è affidata a Alix Davonneau, responsabile dell’audiovisivo dell’Ambasciata di Francia, la direzione artistica del festival a Vanessa Tonnini.

rendez-vous2Quaranta titoli circa, per un viaggio alla scoperta della ricchezza del cinema francese, con una programmazione che attraversa tutti i generi, dalla produzione popolare a quella più sofisticata, dai campioni di incasso alle pellicole indipendenti. A Roma tre programmazioni per le quattro sedi della manifestazione: il Cinema Quattro Fontane e la Casa del Cinema ospitano la Sezione Novità e Anteprime, panoramica completata da Cineasti del presente, sezione curata dall’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici, mentre il Maxxi – Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo, sarà sede di un evento dal titolo: Visioni tra cinema e fotografia in Francia e in Italia: la posa e il movimento, che mette a confronto artisti italiani e francesi.

Dopo l’annata record del 2012 (più di 7 milioni gli spettatori italiani che hanno scelto i film d’Oltralpe) continua il rendez-vous5successo del cinema francese in Italia che, nel 2013, con La vita di Adele di Abdellatif Kechiche ha realizzato, proprio nelle sale italiane, il suo miglior risultato al di fuori dalla Francia, con oltre 1 milione e mezzo di euro, seguito da Asterix & Obelix al servizio di Sua Maestà di Laurent Tirard e Nella casa di François Ozon. A far ben sperare per il 2014 gli eccellenti risultati di due titoli distribuiti da Notorius: Belle e Sébastien di Nicolas Vanier e La bella e la bestia di Christophe Gans che hanno conquistato cifre record alla prima uscita (le migliori dal 2000), in particolare la favola firmata da Gans ha realizzato oltre 3.4 milioni di incassi.

Il boom del cinema francese si deve ancora una volta alla costante affermazione della “Eccezione Culturale Francese” e al fatto che questa industria di artigiani e professionisti, si rinnova di anno in anno, puntando sulla diversificazione, espansione, incentivazione di un cinema nazionale che anche in tempi di crisi è stato in grado di totalizzare 50 milioni di biglietti venduti nel mondo (nel 2013), per un equivalente di 280 milioni di euro.

rendez-vous2Gli italiani sembrano essere il popolo europeo che apprezza particolarmente il cosiddetto french touch, ovvero la capacità di un cinema di coniugare storie francesi,  capaci di identificare paesaggi, sentimenti, consuetudini di una nazione ben impressa nell’immaginario del pubblico internazionale – con un uso trasversale dei generi e una costante capacità di rinnovamento. Per semplificare: ad ognuno la sua storia e il suo vocabolario per raccontarla. All’insegna di questo pluralismo di voci si apre, come ogni anno, la quarta edizione di Rendez-vous.

PREMIO RESET-DIALOGUES ON CIVILIZATIONS 2014:

Per il secondo anno l’Associazione culturale internazionale Reset-Dialogues on Civilizations (www.resetdoc.org), collabora con il festival assegnando un premio speciale all’autore capace di raccontare, grazie ad un uso personale del linguaggio filmico, un mondo plurale, che rinnova concetti quali: identità, cittadinanza, dissenso, famiglia, pluralismo e donne. Giancarlo Bosetti (giornalista, direttore di Reset -Dialogues on Civilizations) scrive: “Il cinema francese, da sempre, è luogo e culla di un pluralismo prezioso di voci. È per questo che siamo lieti di rinnovare la collaborazione con Rendez-vous, appuntamento con il nuovo cinema francese, con il premio Reset-Dialogues on Civilitations dedicato, quest’anno, a Rithy Panh”.

Servizio di Domenico Lista

Altre videonews di Cultura:

VIDEO > Dal 25 marzo al 4 maggio allo Stadio di Domiziano una mostra fotografica su Karol Wojtyla

VIDEO > Francesco Balletta presenta il suo “Morto a ¾”, un’avventura surreale sospesa tra giallo e humor

VIDEO > Arrivano i “Culture Days 2014”, dal 24 marzo fino al 2 aprile la cultura invade Roma

Share.

Comments are closed.