Bud Spencer ricoverato in un ospedale della Capitale. Il figlio Giuseppe: non è in pericolo di vita

2

L’attore è ancora monitorato dai medici ma le sue condizioni non sarebbero gravi. Potrebbe già essere dimesso questa sera

 (MeridianaNotizie) Roma, 11 aprile 2014 – Bud Spencer è stato ricoverato in un ospedale di Roma. Ma, secondo quanto riferito dal figlio Giuseppe Pedersoli, “non è in pericolo di vita”. La notizia è arrivata in Italia dalla Germania, pubblicata dal sito della rivista tedesca Bild. In Germania l’attore è infatti popolarissimo e la prossima settimana avrebbe dovuto intraprendere proprio lì un tour per lanciare il suo nuovo libro, Mangio ergo sum, sorta di trattato filosofico semi-serio in cui Carlo Pedersoli, questo il suo vero nome, si misura con alcune delle principali dottrine. Il libro probabilmente uscirà prima in Germania (per le edizioni Schwarzkopf) e poi in Italia, ma non prima dell’estate. “Abbiamo dovuto cancellare questo tour, che contiamo però di recuperare prima dell’uscita del libro nelle prossime settimane, perché durante dei controlli di routine”, ha spiegato Giuseppe Pedersoli, “i medici hanno riscontrato in mio papà la pressione un po’ bassa e un po’ di anemia. bud2

Hanno così deciso di trattenerlo per ulteriori controlli in attesa che i valori tornino a un livello regolare. Dovrebbe uscire tra stasera e domattina. Voglio tranquillizzare tutti i suoi fan e tutte le persone che gli vogliono bene: la situazione è sotto controllo. Ma i ritmi del tour tedesco che prevedevano cinque/sei città in cinque giorni in questo momento non sono consigliabili per un uomo di 85 anni, anche se mio padre li porta molto bene”, ha aggiunto il figlio, che ha preferito non divulgare il nome della struttura dove l’attore è ricoverato per tutelarne la privacy. I libri di Bud Spencer sono stati veri e propri bestseller in Germania. Il nuovo volume segue infatti il successo di due autobiografie vendutissime. La prima, uscita in Italia nel 2010, con il titolo Altrimenti mi arrabbio. La mia vità (edizioni Aliberti), era diventata nel 2011 un bestseller in Germania col titolo Mein Leben, Meine Filme (La mia vita, i miei film), arrivando al primo posto delle classifiche davanti all’autobiografia di Walter Kohl, figlio dell’ex cancelliere Helmut Kohl.

Il servizio di Mariacristina Massaro

Altre videonews su Cronaca:

Marcello Dell’Utri condannato disse: “Pronto al carcere? Col cavolo! Fai una borsa e te ne vai

Centro massaggi erotici cinesi con promozione, ogni dieci uno era omaggio

VIDEO > Lite in diretta a GoalShow, il conduttore caccia la collega

Print Friendly, PDF & Email
Share.