Donati gli organi del giovane travolto a Tarquinia, era il volere del 17enne

2

La Rete Nazionale Trapianti, coordinata da Alessandro Nanni Costa, e per il Lazio da Domenico Adorno, alla quale rete il Policlinico A. Gemelli è collegato, ha consentito, come ogni giorno accade, lo svolgimento delle complesse attività che caratterizzano la donazione e il trapianto degli organi, rendendo possibili i tre interventi salvavita”.

(MeridianaNotizie) Roma, 23 aprile 2014 – “Nel corso della notte sono stati prelevati gli organi del giovane Luca, 17enne di Tarquinia, morto ieri pomeriggio alle 14 al Policlinico universitario A. Gemelli dove era stato ricoverato in gravissime condizioni a seguito dell’incidente che lo aveva visto travolto da un’auto il 21 aprile. Luca da tempo aveva espresso ai genitori la volontà di donare i propri organi in caso di morte. Nonostante la tragedia che ha colpito questa famiglia, il papà e la mamma di Luca hanno immediatamente deciso di rispettare la volontà del figlio acconsentendo, subito dopo il decesso, alla donazione degli organi del ragazzo”. Lo comunica, in una nota, il policlinico Gemelli.giovane-travolto-tarquinia2

“Grazie a questo gesto di estrema generosità – prosegue la nota – saranno effettuati un trapianto di fegato e uno di rene presso il policlinico di Tor Vergata, un ulteriore trapianto di rene verrà eseguito in un Centro Trapianti della Calabria. Donate anche le cornee di Luca. La Rete Nazionale Trapianti, coordinata da Alessandro Nanni Costa, e per il Lazio da Domenico Adorno, alla quale rete il Policlinico A. Gemelli è collegato, ha consentito, come ogni giorno accade, lo svolgimento delle complesse attività che caratterizzano la donazione e il trapianto degli organi, rendendo possibili i tre interventi salvavita”.

La Redazione

Altre videonews di Cronaca

VIDEO > Canonizzazioni, al Bambino Gesù la reliquia con il sangue di Giovanni Paolo II

Gassificatore irregolare a Malagrotta, un anno di reclusione a Cerroni e Rando

Metodo Stamina, la procura chiude le indagini. Vannoni e altri 19 accusati di truffa e associazione a delinquere

Print Friendly, PDF & Email
Share.