“L’allenatore approfittò di me” l’accusa di un minore al Gip

1

Il gip ha nominato un psicologo che avrà l’incarico di pronunciarsi sull’attendibilità delle dichiarazioni del minorenne. Due gli episodi contestati al 47enne

(MeridianaNotizie) Roma, 14 aprile 2014 –  Accuse di abusi sessuali confermate da Danilo C., 47 anni, operaio coniugato e padre di tre bambini, con un passato di allenatore di una squadra di calcio presso l’oratorio di una parrocchia di Acilia. Le accuse sono state ribadite da un bambino di 11 anni davanti al gip in sede di incidente probatorio. La testimonianza del bambino avrà così valore di prova nel caso di un processo. L’indagato, assistito dagli avvocati Fabrizio Consiglio ed Eugenio Daidone, è detenuto a Regina Coeli da fine febbraio dopo essere stato arrestato dai carabinieri del nucleo investigativo per violenza sessuale aggravata e continuata.violenza-minore-acilia1

Il gip ha nominato un psicologo che avrà l’incarico di pronunciarsi sull’attendibilità delle dichiarazioni del minorenne. Due gli episodi contestati al 47enne: il primo, secondo l’accusa, sarebbe avvenuto tra l’ottobre e il novembre del 2012, all’interno dei locali dell’oratorio, senza che il sacerdote sapesse nulla; il secondo ai danni di un altro ragazzino, che frequentava la casa dell’allenatore essendo un amico del figlio, sarebbe avvenuto tra l’estate del 2011 e il dicembre 2013. Questo secondo ragazzino è quello sentito oggi in sede di incidente probatorio. L’inchiesta scaturì dalle denunce dei genitori dei due minorenni: secondo gli inquirenti, l’uomo avrebbe convinto i due bimbi a fidarsi di lui instaurando un rapporto basato su attenzioni e complicità, con la scusa di volerli aiutare a cambiarsi prima e dopo gli allenamenti.

La redazione

Altre videonews di Cronaca

Sesso, ecco le 5 posizioni del kamasutra che mettono a rischio la salute

VIDEO > San Filippo Neri, i dipendenti dicono no al declassamento dell’ospedale

VIDEO > Operazione “Dolly Card”, incassavano 100mila euro al giorno clonando carte di credito. Arrestati

Print Friendly, PDF & Email
Share.