Prima la foto e poi le minacce, centurione ubriaco pizzicato a derubare i turisti al Colosseo

3

L’uomo, che in passato era anche stato arrestato per spaccio, era sottoposto all’obbligo di firma presso i Carabinieri di Torvajanica.

(MeridianaNotizie) Roma, 24 aprile 2014 – Prima avvicinava con insistenza i turisti per farsi fotografare con loro, poi li minacciava se non sborsavano la cifra che lui pretendeva. Questo il comportamento che ieri sera un “centurione” ha messo in atto nei pressi del Colosseo ed ha richiamato l’attenzione dei vigili urbani in servizio davanti all’anfiteatro. Gli agenti gli hanno intimato di smettere e gli hanno chiesto i documenti per identificarlo. Per tutta risposta l’uomo, in evidente stato di alterazione alcolica, reagiva violentemente rifiutando di fornire le proprie generalità. Condotto a forza presso gli uffici del I Gruppo Trevi, il “centurione”, G.S., un ventunenne italiano residente a Torvajanica, è risultato avere numerosi precedenti sempre per resistenza, lesioni, oltraggio e rifiuto delle generalità.centruione-ubriaco1

L’uomo, che in passato era anche stato arrestato per spaccio, era sottoposto all’obbligo di firma presso i Carabinieri di Torvajanica. Nella sede del Gruppo il fermato ha cercato di autoinfliggersi ferite battendo la testa contro le pareti e minacciando di denunciare gli agenti per quanto si fosse provocato. L’arresto è stato confermato dal sostituto procuratore della Repubblica che ha disposto per oggi il processo per direttissima.

La Redazione

Altre videonews di Cronaca

Crolla la croce dedicata a Wojtyla e schiaccia 21enne in Valcamonica

New York Times contro papa Wojtyla: non deve essere un santo

Madre coraggio, per salvare la figlia azzanna un pitbull in testa

Print Friendly, PDF & Email
Share.