VIDEO > Addio al premio Nobel Gabriel Garcia Marquez. Scrisse “Cent’anni di solitudine”

2

(MeridianaNotizie) Città del Messico, 17 aprile 2014 – Addio al premio Nobel Gabriel Garcia Marquez. Lo scrittore e giornalista colombiano, 87 anni, da tempo malato, è morto oggi nella sua Gabriel Garzia Marquez1casa a Città del Messico.

Lo scorso 8 aprile Marquez, Nobel per la letteratura nel 1982 e uno dei più grandi scrittori dell’America latina, inventore di uno stile definito realismo magico, era tornato a casa dopo essere stato dimesso da una clinica in cui era stato ricoverato per qualche giorno. I medici e i parenti avevano parlato di problemi «ai polmoni e alle vie urinarie». Il quotidiano messicano El Universal aveva invece scritto: «Dodici anni» dopo aver affrontato un tumore linfatico, «il cancro ha invaso altre parti del corpo» dello scrittore, e cioè «polmone, gangli e fegato».

Nato ad Aracataca, paesino della Colombia settentrionale, il 6 marzo 1927, lo scrittore era il primo dei sedici figli del telegrafista Gabriel Eligio García e della chiaroveggente Luisa Santiaga Márquez Iguarán.

Gabriel Garzia Marquez3Nel 1967 Marquez pubblicò il suo romanzo più famoso: Cent’anni di solitudine a cui seguirono fra gli anni ’70 e ’80 L’autunno del patriarca, Cronaca di una morte annunciata e L’amore ai tempi del colera. A pochi scrittori è toccata in vita la popolarità raggiunta da Garcia Marquez, i cui titoli più famosi, sono entrati nel bagaglio di tutti e parafrasati nell’uso comune. Tra tanti nomi di premi Nobel subito dimenticati, Marquez ha invece conosciuto un crescendo di successo.

L’ultima volta che Marquez si è fatto vedere in pubblico è stato lo scorso 6 marzo, giorno del suo 87° compleanno. In quell’occasione, Gabo Gabriel Garzia Marquez2aveva brevemente salutato davanti alla sua abitazione i cronisti. Camicia azzurra e vestito grigio, Garcia Marquez aveva ascoltato sorridendo un gruppo musicale che ha interpretato in suo onore «Mananitas», popolare canzone messicana.

«Per sempre Gabriel», si legge in un titolo a tutta pagina sul quotidiano di Bogota El Espectador. «Mille anni di solitudine e tristezza per la morte del più grande dei colombiani di tutti i tempi. Solidarietà e condoglianze a Gabo e la famiglia», ha scritto in un tweet il presidente della Colombia, Juan Manuel Santos.

Servizio di Domenico Lista

Altre videonews di Cultura:

VIDEO > Andy Warhol arriva a Roma, il padre della pop art dal 18 aprile a Palazzo Cipolla

Whatapp chiude, Zuckerberg sogna un futuro per Messenger e Facebook

VIDEO > Dal 18 giugno al 15 luglio torna il Festival Internazionale di Villa Adriana dopo 2 anni di stop

Print Friendly, PDF & Email
Share.