VIDEO > Murales di pensieri e una stazione metro immaginaria per riqualificare il quartiere San Basilio

1

Il progetto SanBa intende riqualificare il quartiere San Basilio, mostrando sotto una luce diversa un quartiere troppo spesso vittima di violenza e degrado

(MeridianaNotizie)Roma, 16 aprile 2014 – “San Basilio è più bella senza violenza” “Vorrei che questo diventasse il quartiere dell’amicizia” , queste alcune delle frasi pensate e scolpite sui manufatti in ceramica dagli alunni della scuola elementare Gandhi, incastonati poi su un muro del quartiere in via Fabriano creando un murales tridimensionale. A poche centinaia di metri, nel giardino adiacente al circolo bocciofilo di San Basilio troneggia invece la “stazione Sanba”, una fermata immaginaria della metropolitana, realizzata dagli studenti della superiore Von Neumann, che manifesta il loro desiderio che il quartiere non venga tagliato fuori dal circuito cittadino. Tuttosanba 1 questo è SanBa, un progetto artistico di riqualificazione e decoro urbano realizzata dal team creativo di Wall, in associazione con Kinesis, casa di produzione cinematografica e realizzato grazie al sostegno economico di Fondazione Roma – Arte – Musei con il supporto di Zètema, Ater e Municipio Roma IV, il patrocinio dell’Assessorato allo Sviluppo delle Periferie, Infrastrutture e Manutenzione Urbana di Roma Capitale, e la collaborazione dell’Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica di Roma Capitale. Dopo 4 settimane di duro lavoro, gli alunni di 3 scuole elementari, medie e superiori hanno potuto mostrare al quartiere le proprie opere, cercando così di dare una visione alternativa e positiva di un territorio difficile come San Basilio. “Lavorare con Marzio, Dani, Andrei e gli altri 60 ragazzi delle tre generazioni di studenti coinvolti crea un’elettricità indescrivibile nell’aria – ha dichiarato  Simone Pallotta, di Walls, curatore ed ideatore di Sanba – Quando si riesce a creare qualcosa con loro per poi portare fuori quello che si è realizzato nel loro stesso territorio di San Basilio, si sente che si sta facendo la cosa giusta, si crea interesse e si impara insieme,  si ottengono dei momenti profondi e grandi soddisfazioni. Sanba è proprio questo: un insieme di  pratiche artistiche differenti e lontane tra loro che puntano dritte al cuore del quartiere coinvolgendo i suoi abitanti”

Agli inizi di maggio, il progetto SanBa prevede una nuova e fondamentale fase: tre rinomati artisti nazionali e internazionali saranno chiamati a dipingere le facciate di alcuni edifici di San Basilio messi a disposizione dall’Ater, azienda territoriale per l’edilizia residenziale del Comune di Roma. Tra gli obbiettivi della manifestazione anche quello di attrarre nuovi flussi turistici dal centro di Roma a quartieri più lontani ma con forte identità e senso di appartenenza. Soddisfatto l’Assessore allo Sviluppo delle Periferie  Paolo Masini che ha aggiunto: “Sanba entra nel vivo: i ragazzi delle scuole, con i loro laboratori, mettono in pratica quel percorso di emersione, valorizzazione, diffusione delle capacità e delle pratiche artistiche su cui stiamo lavorando assieme alle tante, belle realtà impegnate in questo progetto. Un’ azione, lo stiamo riscontrando, che incide positivamente e profondamente su un territorio difficile come San Basilio. Sanba rappresentare un ‘eccellenza nella strategia che stiamo portando avanti per “avvicinare” e dare voce ai quartieri lontani dal centro, e che vede nell’arte urbana un pilastro fondamentale”.

Il servizio di Simona Berterame

Altre videonews in Cronaca:

Caro benzina, Pasqua amara per chi si metterà in viaggio

Rai, il canone si pagherà sulla bolletta elettrica. Il Governo studia come recuperare i soldi

Marcello Dell’Utri ricoverato in ospedale a Beirut per problemi di cuore

Print Friendly, PDF & Email
Share.