Nuova tragedia a Lampedusa, sale a 17 il numero di migranti morti. 206 i salvati, numerosi i dispersi

3

È salito a 17 il numero dei corpi recuperati dopo l’ennesima strage di migranti avvenuta ieri a 40 miglia dalle coste della Libia. Le salme sono su nave Grecale, assieme a 206 sopravvissuti, che sta facendo rotta verso Catania dove il suo arrivo è previsto per le 13.

(MeridianaNotizie) Roma, 13 maggio 2014 – La notizia è stata confermata dalla sala operativa della Capitaneria di porto e da altre fonti investigative. La Procura distrettuale di Catania ha già disposto l’avvio di un’inchiesta e assegnate deleghe per le indagini alle forze dell’ordine. Nel capoluogo etneo si stanno approntando i sistemi di accoglienza per i superstiti al naufragio, con interventi coordinati dalla Prefettura. Sono stati già preallertati la Protezione civile e le associazioni di volontariato di diversi settori. Intanto la Procura distrettuale di Catania, coordinata da Giovanni Salvi, aprirà un’inchiesta sulla strage. La competenza è, al momento, radicata nel capoluogo etneo perchè è il primo luogo italiano in cui arriveranno i 17 corpi, finora recuperati, e i 206 superstiti, che sono su nave Grecale. La Procura etnea eseguirà atti urgenti, ipotizzando i reati di naufragio colposo e omicidio colposo plurimo.lampedusamigranti

Alfano: «La Ue intervenga». «L’Europa ha due strade: o viene qui ed issa la bandiera europea sull’operazione Mare Nostrum oppure una volta che avremo definito lo status dei migranti e accertato che hanno diritto alla protezione e che vogliono andare in altri Paesi, noi li lasceremo andar via». Lo ha detto il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, intervistato da Agorà su RaiTre. «Il diritto di asilo – ha aggiunto – è sacrosanto ma non si può esercitare solo in Italia. È insopportabile l’ipocrisia di chi ci attacca perchè facciamo soccorso in mare e ieri piangeva i morti del naufragio. Ai partiti che ci chiedono ogni giorno di non fare soccorso in mare diciamo di mettersi la mano sulla coscienza prima di parlare».

I 17 morti di ieri sono il fallimento dell’operazione Mare nostrum? «Macchè, abbiamo salvato oltre 20 mila immigrati. Ma c’è l’insopportabile ipocrisia di chi ci attacca e ci dileggia per quello che facciamo e ieri, con ipocrisia inaccettabile, piangeva i morti in mare».

La Redazione

Altre videonews di Cronaca

VIDEO > Una voce libera, una messa e un convegno in Campidoglio per ricordare Teodoro Buontempo

VIDEO > Movimenti per la casa, i manifestanti montano tendopoli a piazza Venezia

Trasporti Roma Capitale, Codici: il piano tagli di Atac è uno scempio per i cittadini

Print Friendly, PDF & Email
Share.