Operazione antidroga, 17 spacciatori finiti in manette. Nonno e nipote con l’hobby della marija

0

In manette anche nonno e nipote che detenevano in casa illegalmente stupefacenti e tre pistole lancia razzi calibro 22

(Meridiana Notizie) Roma, 20 maggio- Giro di vite dei Carabinieri del Comando Provinciale di Roma contro lo spaccio di droga lungo le strade ed i luoghi maggiormente frequentati dai giovani nella Capitale. Il bilancio dell’operazione è di 17 spacciatori finiti nella rete dei militari dell’Arma nelle ultime 24 ore. I quartieri principalmente interessati dalle attività deicarabinieri1 Carabinieri sono stati Trastevere, Pigneto, San Lorenzo, Ponte Milvio, Montesacro, Eur e Termini. Undici delle persone ammanettate sono cittadini romani, mentre i restanti sei stranieri, di età compresa tra i 18 e gli 82 anni, perlopiù vecchie conoscenze delle forze dell’ordine.

Durante le attività è stato sequestrato circa un chilo tra dosi di marijuana, hashish, eroina e cocaina; sono state identificate 21 persone sorprese mentre stavano acquistando la droga e che, per questo motivo, sono state segnalate all’Ufficio Territoriale del Governo di Roma quali assuntori. Oltre 5.000 euro in contanti, la somma, complessivamente sequestrata ai pusher poiché ritenuta provento dei loro loschi traffici. Tra i numerosi arresti, in particolare, spiccano i due cittadini romani un 36enne ed un anziano 82enne, rispettivamente nipote e nonno, bloccati dai Carabinieri della Stazione Garbatella che a seguito della perquisizione personale e domiciliare li hanno trovati in possesso di 12 grammi di marijuana, 3 di eroina e tre pistole lanciarazzi calibro 22, illegalmente detenute, e sequestrate. I 17 spacciatori arrestati saranno processati con il rito direttissimo e dovranno rispondere, a vario titolo, di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

La Redazione

Altri videonews di Cronaca

Tragedia sull’Ardeatina, 4 cavalli morti nel rogo dell’Istituto agrario Garibaldi

VIDEO > Ricordato in Via Salaria l’omicidio del giuslavorista Massino D’Antona, ucciso dalle BR nel 99

Rifiuti, Cerroni: abbiamo salvato Roma, pretendo la cittadinanza. M5S: affermazioni fuori luogo

Share.

Comments are closed.