Perquisizioni negli uffici della Ubi – Banca di Bergamo. Indagati anche Bazoli e Pesenti

1

(MeridianaNotizie) Roma,m 14 maggio 2014 – Perquisizioni da parte della Guardia di Finanza sono in corso da questa mattina a Bergamo negli uffici dei manager di Ubi Banca, quinto gruppo bancario italiano. Tra gli indagati ci sono Giovanni Bazoli e Giampiero Pesenti sono indagati insieme a dirigenti ed ex dirigenti dei due istituti. I finanzieri hanno controllato le stanze del presidente del comitato di gestione di Ubi-Banca Franco Polotti e del presidente del comitato di sorveglianza Andrea Moltrasio.Le perquisizioni – eseguite da militari del Nucleo Speciale di Polizia Valutaria della Guardia di Finanza – sono state disposte dalla Procura di Bergamo in un’inchiesta per ostacolo alle funzioni di vigilanza ed altri reati.ubi

Nel filone di inchiesta su Ubi-Leasing – controllata di Ubi-Banca – la Guardia di Finanza sta perquisendo anche gli uffici del presidente del consiglio di sorveglianza di Intesa Sanpaolo, Giovanni Bazoli, e del presidente di Italcementi Giampiero Pesenti. Le perquisizioni della Guardia di Finanza riguardano anche Ubi-Leasing spa – controllata di Ubi-Banca – ed ex dirigenti della società. In Ubi-Leasing sono perquisiti la Direzione Credito Anomalo e gli uffici del Servizio Recupero e Vendita Beni. Perquisizioni delle Fiamme Gialle sono in corso anche negli uffici di Giampiero Bertoli, ex amministratore delegato di Ubi-Leasing, Alessandro Maggi, ex direttore generale, e Guido Cominotti, ex responsabile del servizio Recupero e Vendita Beni di Ubi-Leasing. Nei loro confronti sono ipotizzati dalla magistratura di Bergamo i reati di truffa aggravata e riciclaggio. Gli indagati dell’inchiesta che riguarda Ubi-Banca e Ubi-Leasing sono complessivamente una decina. Circa cento finanzieri del Nucleo speciale di polizia valutaria della Guardia di Finanza stanno eseguendo complessivamente una ventina di perquisizioni, a Bergamo e in altre città.

La Redazione

Altre videonews di Cronaca

VIDEO > “Con 500 euro ti eviti una bella multa”, doganiere chiede la “stecca” all’imprenditore

Esplosione in miniera a carbone in Turchia, sono 205 i morti e 200 i minatori rimasti intrappolati

In manette il “Re della Mozzarella”, Giuseppe Mandara è stato arrestato di nuovo dagli uomini della DIA

Print Friendly, PDF & Email
Share.