Trasporti Roma Capitale, razionalizzazione o tagli dei bus?

1

“L’obiettivo – prosegue la nota – è recuperare risorse eliminando i servizi a bassissima utilizzazione da parte dell’utenza e le sovrapposizioni, per potenziare le linee più utili e frequentate, istituire nuovi collegamenti nelle aree oggi scarsamente servite, garantendo contestualmente maggiore regolarità, puntualità e rispetto degli orari di passaggio, che progressivamente saranno indicati sulle fermate, in particolare per le linee periferiche.

(MeridianaNotizie) Roma, 7 maggio 2014 – “Lunedì 12 maggio 2014 parte la prima fase della razionalizzazione e del potenziamento della rete di trasporto pubblico di superficie di Roma Capitale. Entro la fine dell’anno la riorganizzazione interesserà tutta la città. In questa fase storica in cui le risorse destinate agli enti locali sono in diminuzione, mentre la domanda di trasporto pubblico cresce, razionalizzare non significa tagliare indiscriminatamente i servizi, ma impegnarsi a cogliere l’opportunità di ridisegnare una rete di percorsi che in alcuni casi è ferma agli anni ’30, rendendola più efficace e funzionale per i cittadini, i pendolari e i turisti”. Così, in una nota, l’Agenzia della mobilità. “L’obiettivo – prosegue la nota – è recuperare risorse eliminando i servizi a bassissima utilizzazione da parte dell’utenza e le sovrapposizioni, per potenziare le linee più utili e frequentate, istituire nuovi collegamenti nelle aree oggi scarsamente servite, garantendo contestualmente maggiore regolarità, puntualità e rispetto degli orari di passaggio, che progressivamente saranno indicati sulle fermate, in particolare per le linee periferiche. I criteri: Disattivare le linee di bus non frequentate dai viaggiatori per riallocare le risorse (mezzi e personale) dove maggiore è il numero di viaggiatori trasportati e potenziare i collegamenti principali diretti verso il Centro, aventi come principali obiettivi uffici direzionali, ospedali, scuole, stazioni ferroviarie e metropolitane.

Regolarizzare le linee esistenti per renderle più affidabili in termini di puntualità e regolarità; favorire l’interscambio tra i servizi su ferro (metro e ferrovie) e quelli su gomma; eliminare le sovrapposizioni dei servizi. La prima fase della razionalizzazione della rete di superficie scatta dal deposito Collatina e interessa due ambiti principali: Roma Est e le linee 042-075-112-312-313-442-448-491-541-565. Roma Centro e le linee 75-85-175. Un altro ambito di azione riguarda 11 linee che non saranno più attive perché poco o nulla utilizzate dai viaggiatori e per essere sovrapposte completamente ad altri collegamenti ordinari. Le linee sono: 072-121-122-140-200D-291-330-496-553-770-925. ROMA EST.
LINEA 042. La linea 042 collega via delle Cerquete a piazza Mondavio (Corcolle); la tratta di percorso sino a San Vittorino sarà a orario, le corse saranno coordinate con quelle di Cotral della direttrice Ponte Mammolo-San Vittorino-Tivoli. LINEA 075. La linea 075 (stazione metro B Rebibbia-largo Don Tonino Bello) viene velocizzata per diminuire i tempi di percorrenza tra Ponte di Nona e la metro B e invece di transitare su via di Tor Cervara viene instradata su via Collatina e il corridoio della Mobilità di viale Palmiro Togliatti. Raggiunge la stazione metro B di Ponte Mammolo – importante nodo di scambio di Roma Est – anziché Rebibbia. I collegamenti tra la stazione metro Rebibbia e via di Tor Cervara sono garantiti dalle linee 437 e 447. LINEE 112, 312, 313, 541. soccorritoreatac

Il servizio nelle zone Centocelle e Tor Sapienza viene ridisegnato attraverso la razionalizzazione delle linee 112-312 e 313. La linea 313 assume la funzione di linea principale della zona mantenendo invariato il percorso (via Longoni-via Collatina-piazza de Cupis-via di Tor Sapienza-via Prenestina-via Cocconi-via dei Castani-piazza dei Gerani-via dei Platani-viale Alessandrino-Casilina-viale dei Romanisti-Tor Tre Teste-Piovanelli) e assumendo la stessa frequenza. I collegamenti 112 (Preneste-Longoni) e 312 (Preneste-Piovanelli) non saranno più attivi.

Come muoversi lungo i percorsi delle linee 112-312-313. I viaggiatori che oggi utilizzano il 112 potranno utilizzare la linea 313 tra via Cocconi e via Longoni o la linea 314 tra largo Preneste e via Collatina altezza via Longoni. I viaggiatori che oggi utilizzano la linea 312 possono utilizzare la 313 tra via Cocconi e via dei Piovanelli. Altre alternative sono: la linea 213 tra largo Preneste e Centocelle/Alessandrino; le linee tram 5-19 tra largo Preneste, via Prenestina, via dei Castani e piazza dei Gerani. Contemporaneamente alla razionalizzazione delle linee 112-312-313, cambia percorso la linea 541 (largo Preneste-via Fillia) allo scopo di servire in maniera ottimale la stazione Prenestina della linea ferroviaria FL2 Roma-Tivoli oggi servita in un solo senso di marcia dalle linee 213-312. LINEA 442. La linea 442 (stazione Santa Maria del Soccorso MB-via Salviati) non sarà più attiva per scarsa frequentazione da parte dei viaggiatori. Le stesse destinazioni della linea sono servite dalle linee 309 (Santa Maria del Soccorso metro B-piazza Bologna), 450 (stazione metro B Pietralata-piazza delle Camelie) e 437 (stazione metro B Rebibbia-via Salviati/ufficio immigrazione). LINEA 448. La linea 448 modificherà l’orario nelle ore serali ed effettuerà le ultime corse alle ore 21, al termine dell’ora di punta. Di sera per le stesse destinazioni sono disponibili le linee 163 e 309. LINEA 491. La linea 491 (stazione Tiburtina-piazzale Flaminio) non sarà più attiva. Il percorso è interamente sovrapposto alle linee 490 (stazioneTiburtina-Cornelia) e 495 (stazione Tiburtina-Valle Aurelia) e alla linea 61 nella tratta piazza Lecce-Porta Pia e Porta Pinciana-piazzale Flaminio. La linea 565 (viale Palmiro Togliatti-Tor Tre Teste) non sarà più attiva: il percorso è interanmente sovrapposto a quello della linea 556 (Centocelle-viale Tobagi) che viene potenziata. LINEA 556. Per fornire un servizio più capillare, la linea 556 (sia nei giorni feriali che in quelli festivi) transiterà in entrambi i sensi di marcia in via di Tor Tre Teste e in via dei Ruderi di Casa Calda. Saranno attivate, in direzione di via Walter Tobagi, tre nuove fermate a servizio della zona. RETE CENTRO. La razionalizzazione della rete del Centro riguarda le linee di bus 75-85 e 175. LINEA 85. La linea 85 (Arco di Travertino-Tuscolana-San Giovanni-Labicana-Fori-Corso-Tritone-Barberini-Repubblica-Termini) diventa la linea principale di collegamento tra l’isola pedonale di via dei Fori e la stazione metro B Colosseo e il Centro. Tra piazza del Colosseo e la stazione Termini, la linea 85 sostituisce integralmente la linea 175 (piazzale dei Partigiani-Termini) che non sarà più attiva.

Le zone Aventino e San Saba oggi servite dalla linea 175 saranno collegate comunque alla stazione Ostiense, alla metro B, alla linea di tram 3 e al Centro dalla linea 715 che collega via Tiberio Imperatore, nel quartiere San Paolo a piazza Venezia transitando dalla stazione Ostiense, dalle stazioni metro San Paolo, Garbatella e Piramide, in via Luigi Petroselli e in via del Teatro Marcello.

Linea 75 : La linea 75 cambia capolinea e arriva in piazza Indipendenza anziché in via XX Settembre servita comunque dalle linee 60-60L-61-62-90-492.

Gli altri provvedimenti : Altre undici linee caratterizzate per scarsissima frequentazione da parte degli utenti o per essere in funzione solo in determinati giorni o ore della giornata non saranno più attive. Si tratta dei collegamenti: 072 (viale America-via Carucci): il percorso è interamente coperto dalla linea 772 che arriva alla stazione laurentina della metro B;
121 (stazione Ostiense-Trastevere) e 122 (Circo Massimo-Trastevere) attive nelle ore serali del fine settimana. Le stesse destinazioni sono servite dalle linee 3B-8-23-44-83-280 e dalle notturne N3-N8-N9-N10-N11-N19; 140 (Batteria Nomentana-XX Settembre): le stesse destinazioni raggiunte dal 140 sono servite dalle linee 492 (tra via XX Settembre e piazzale del Verano); 3-19 (viale Regina Elena e viale Regina Margherita); 62 (piazza Bologna); 60-90 (zona via Nomentana); 200D (piazza Mancini-Tor di Quinto-Prima Porta) viale di Tor di Quinto è raggiungibile utilizzando da Flaminio o da Prima Porta la ferrovia Roma-Nord e poi la linea 332 oppure, per raggiungere la zona di via Caprilli, la linea di bus 32 da metro A Ottaviano; 291 (metro A Lepanto-piazzale Clodio), le stesse destinazioni della linea 291 (attiva solo in alcune ore della giornata) sono raggiungibili utilizzando la linea 70; 330 (metro B Rebibbia-via Majetti) le stesse destinazioni della linea 330 sono raggiungibili utilizzando la linea 311 (stazione metro B Rebibbia-via Val di Lanzo). La fermata della linea 330 di via Majetti è a poca distanza da analoga fermata della linea 311;496 (Valle Aurelia-Clodio) le stesse destinazioni della linea 496 sono raggiunte dalla linea 495 (Valle Aurelia-Clodio-Tiburtina FS); 553 (viale Telese-piazza dei Tribuni) in alternativa alla linea 553 possono essere utilizzate le linee tram da viale Telese a largo Preneste. Sino a via degli Angeli è attiva la linea 409 mentre il Quadraro è raggiunto dalle linee 557-558; 770 (via Ostiense-via Ostiense) le stesse destinazioni della linea 770 siono raggiunte dalla linea bus 23; 925 (Malagrotta-Casalotti) le stsesse destinazioni della linea 925 sono raggiunte dalle linee 905-915; Tutte le informazioni relative alla nuova rete sono disponibili sui siti Internet www.atac.roma.it e www.agenziamobilita.roma.it o al numero unico dell’agenzia Roma Servizi per la Mobilità 06.57003″.

La Redazione

Altre videonews di Cronaca

Pedofilia, abusava della nipotina di 10 anni. Arrestato nonno-orco a Viterbo

Finale di Coppa Italia, Ciro Esposito ha aperto gli occhi. Voci su arrivo di Genny ‘a Carogna al Gemelli

Finale Coppa Italia, Alfano riferisce alla Camera: il video non riprende chi ha sparato

Print Friendly, PDF & Email
Share.