VIDEO > I Movimenti per la casa “marciano” a Roma contro il decreto Lupi

2

Secondo Paolo Di Vetta, attivista blocchi precari metropolitani “Stiamo producendo ogni giorno una pressione che speriamo venga ascoltata anche se ci sembra che la Camera si sia allineata con il Senato”

(MeridianaNotizie) Roma, 15 maggio 2014 – “Liberiamo Roma da divieti rendita e precarietà”. Questo lo striscione che ha aperto il corteo dei movimenti per la casa, che da piazza CASA2San Marco a Montecitorio hanno marciato per protestare contro il decreto Lupi.

“Una mobilitazione iniziata il 12 maggio – ha spiegato Paolo Di Vetta, attivista blocchi precari metropolitani – Stiamo producendo ogni giorno una pressione che speriamo venga ascoltata anche se ci sembra che la Camera si sia allineata con il Senato. Comunque il decreto dovrebbe arrivare oggi in Commissione e la discussione dovrebbe iniziare domani. Verrà data la fiducia ma il voto definitivo ci sarà sabato. Domani saremo di nuovo a Montecitorio, non molliamo e staremo addosso a questo decreto fino alla fine.”

Diverse centinaia di persone, per lo più immigrati, hanno preso parte al corteo. “Inoltre – spiega uno dei manifestanti – Vogliamo ribadire oggi la nostra solidarietà a Chiara, Mattia, Claudio e Niccolo’ gli attivisti No Tav arrestati mesi fa, non sono terroristi. Roma si barrica contro il piano casa del governo Renzi, lotteremo contro il decreto Lupi e non lasceremo la nostra città in mano agli speculatori e ai palazzinari.”

Servizio di Teresa Ciliberto

Altre videonews di cronaca

Abusi sessuali dall’età di otto anni dal compagno della madre. La ragazza ebbe dall’orco un figlio

Svastiche e scritte omofobe sulla facciata della chiesa Valdese di Via Cavour, sulla facciata c’era la bandiera rainbow

Alla Capitale maglia nera delle tasse, 74,4 % del reddito. Secondo Cna il dato può solo peggiorare

Share.