Aree pedonalizzate e reato per omicidio stradale, Roma si schiera dalla parte delle vittime della strada

2

Presentata proposta sulle aree pedonalizzate e le “zone 30” 

(Meridiana Notizie) Roma, 4 giugno 2014- Istituzione di un gruppo di lavoro per la redazione del programma strategico per la sicurezza stradale, aumento aree pedonalizzate e introduzione attraversamenti pedonali rialzati, istituzione “Zone 30“, aree della rete stradale dove il limte di velocità è di 30km/h invece dei normali 50km/h e ancora un’intensificazione delle pratiche di buona educazionebarriere-di-sicurezza-N2-g stradale tra i giovani e l’apertura di uno sportello telematico che raccolga le segnalazioni dei cittadini. Questi sono soltanto alcuni dei punti fondamentali della proposta di delibera di sicurezza stradale presentata questa mattina in Via Petroselli 45, da Dario Nanni (Pd), presidente commissione capitolina Lavori pubblici, alla presenza dell’assessore alla Mobilità, Guido Improta. La delibera prevede interventi e richieste sia di carattere locale che nazionale. Tra gli interventi di carattere locale legati al comune di Roma, figurano anche: un’azione rivolta alla sicurezza dei ciclisti, quindi rimozione oggetti di ostacolo e garanzia illuminazione delle piste ciclabili, realizzazione percorsi ciclabili su strada e ciclovie. Ancora la delibera prevede interventi rivolti alla sicurezza dei motociclisti, con una premura particolare all’istallazione di nuovi guard rail, un’azione mirata al miglioramento della segnaletica, l’apposizione di impianti visivi (lampeggianti, catarifrangenti) e dissuasori della velocità nei tratti di strada più pericolosi e la rimozione di cartelloni pubblicitari abusivi.

“Un’altra questione importante è l’art. 208 del codice della strada che prevede che parte dei proventi delle multe vada utilizzata in maniera vincolate per la sicurezza stradale” ha detto Dario Nanni. Il presidente della commissione ha aggiunto: “Questo fino ad oggi non è mai avvenuto e noi invece crediamo che si rispetti la legge”. Tra gli interventi di carattere nazionale mensionati nella delibera figurano: l’adesione di Roma Capitale alla proposta di legge per l’introduzione del reato di omicidio stradale, la scatola nera nei veicoli, la riduzione dei limiti di velocità e la copertura assicurativa RC auto. Il consigliere Nanni ha concluso: “La delibera inizia oggi il suo cammino, spero che venga approvata al più presto”. L’assessore alla mobilità Guido Improta si è detto soddisfatto dei risultati raggiunti e ha affermato in conf. stampa: “Questa è la dimostrazione che quando al centro di una discussione ci sono dei contenuti concreti, giunta e comune possono collaborare”. Più specificatamente sulla delibera, l’assessore ha detto: “Ci troviamo di fronte a 15.782 incidenti stradali e a 154 morti. Questi sono i dati di un conflitto bellico che ci fanno capire che è necessario intervenire e agire su due aspetti uno comportamentale e uno culturale, prendendo esempio anche da come questi problemi vengono gestiti in altri Paesi europei”.

La Redazione

Altri videonews di Cronaca

Riaperto il centro sociale ‘Angelo Mai’, l’osteria resta sotto sequestro

25 anni da piazza Tienanmen, il governo blinda Pechino e oscura Google

Rinchiude la compagna nel B&B ed esce. Arrestato 36enne pugliese

Print Friendly, PDF & Email
Share.