Caccia grossa tra Calabria e Lazio, in manette 54 affiliati della cosca Molè. Duro colpo dei Ros alla ‘Ndrangheta

1

(MeridianaNotizie) Roma, 24 giugno 2014 – Dalle prime ore di questa mattina, i carabinieri del Ros e dei comandi provinciali di Reggio Calabria e Roma stanno eseguendo un provvedimento cautelare, emesso dal gip del tribunale di Reggio Calabria, nei confronti di 54 affiliati alla cosca Mole’, indagati per associazione mafiosa, traffico di armi e di stupefacenti ed intestazione fittizia di beni. Al centro delle indagini del Ros, coordinate dalla procura distrettuale antimafia reggina, le attività illecite di una delle più potenti cosche della ‘ndrangheta, con diramazioni in ambito nazionale ed internazionale.carabinieri 3

Le attività hanno documentato i consistenti interessi del sodalizio in ramificate iniziative imprenditoriali e commerciali in Calabria, Lazio ed Umbria, nonché, la gestione di ampi settori della distribuzione delle “slot machines” sul territorio nazionale. Accertati anche rilevanti traffici di armi dai paesi dell’est europeo e l’importazione di ingenti carichi di stupefacenti dal nordafrica. Sul fronte patrimoniale, sono stati sequestrati beni aziendali e quote societarie riconducibili alla cosca, per un valore complessivo di 25 milioni di euro.

La Redazione

Altre videonews di Cronaca

Mini market della droga scoperto a San Giovanni, sugli “scaffali” ketamina cocaina mdma ed ecstasy

Ciro Esposito clinicamente morto, alle 13 l’estrema unzione al Policlinico Gemelli

VIDEO > Maglie e sciarpe contraffatte, per i mondiali 2014 in campo anche la merce taroccata

Print Friendly, PDF & Email
Share.