Maltempo Roma, la Protezione Civile è all’opera ma i disagi rimangono troppi: indagherà la Procura

1

(MeridianaNotizie) Roma, 16 giugno 2014 – Rimangono ancora tanti i disagi causati dal maltempo che si sta abbattendo sulla Capitale da ieri. Strade, metro, viadotti sono bloccati con evidenti ripercussioni sul traffico, quotidianamente congestionato, di Roma. Dal Campidoglio fanno sapere che la Protezione civile è all’opera ma i disagi rimangono troppi per una città che questa volta non doveva farsi trovare impreparata. Troppi i disagi causati solo pochi mesi fa, troppe le persone rimaste senza casa. E, all’indomai della lunga domenica di piovosa passione, in tanti si domandano se il sindaco Ignazio Marino ha una memoria cosi breve da dimenticare strade inondate e case sommerse dal fango.

Maltempo Roma – La Procura apre un’indagine : La Procura di Roma indagherà sui disagi registrati nella capitale a seguito del maltempo dell ultime 24-36 ore. L’indagine sarà aperta dal procuratore aggiunto Roberto Cucchiari responsabile del gruppo “incolumità pubblica” a seguito dall’esposto annunciato dal Codacons e dalle denunce, date per imminenti, di privati cittadini e di altre associazioni. Al momento, la Procura intende procedere con un “modello 45”, ossia senza ipotesi di reato e senza indagati, ma non si esclude che dopo i primi accertamenti, si possa ipotizzare una serie di reati tra cui il disastro colposo. Tale ipotesi era già stata formulata in relazione ai danni avvenuti a Prima Porta e al Torrino per il maltempo dei mesi scorsi.metro allagata

Di seguito il comunicato del Campidoglio suglil interventi eseguiti. “A seguito dell’eccezionale ondata di maltempo che tra la giornata di ieri e questa notte ha colpito la città di Roma, la Protezione Civile del Campidoglio ha effettuato numerosi interventi in tutta la città per disostruire tombini e caditoie, far defluire allagamenti stradali, rimuovere frane, tronchi d’albero e rami divelti e favorire le condizioni per il ripristino della normale viabilità stradale. In conseguenza della bomba d’acqua che si è abbattuta sulla Capitale si sono verificati allagamenti che hanno interessato arterie stradali molto utilizzate. Sono state già risolte le situazioni più critiche come quelle che hanno interessato via Aurelia, al km 10 e al 13, via Ardeatina nella zona della Cecchignola, il sottopasso del GRA all’altezza di via di Fioranello, via Castel di Leva, viale Castrense, via dell’Oceano Pacifico, viale Marconi all’incrocio con via Veronesi e via della Maglianella.”

“Conclusi anche gli interventi per liberare il sottopasso di via Tiburtina all’altezza della stazione ferroviaria e quello di via Lanciani. Restano momentaneamente chiuse invece, sempre per allagamenti, via Portuense tra via Cristofori e via Pacinotti e via di Pietralta tra via Bencivenga e via dei Monti Tiburtini. Inoltre sono stati effettuati interventi per liberare locali e garage allagati in viale Palmiro Togliatti, via Ignazio Silone e via Rocca Priora. Tre frane invece sono state rimosse su via Ardeatina, in direzione fuori Roma, e via Castel di Leva. Interventi per rimuovere tronchi d’albero abbattuti o danneggiati dal maltempo sono stati effettuati in via Livorno, via Lanciani, via Pigorini e via Cirenaica. Nelle prossime ore seguiranno nuovi aggiornamenti sull’andamento della situazione. Lo comunica, in una nota, la Protezione Civile del Campidoglio.”

La Redazione

Altre videonews di Cronaca

27mila firme per salvare il “Caffè della Pace”, Marino: scriverò alla proprietà

E’ Silvia Scozzese il nuovo assessore al Bilancio di Roma Capitale

VIDEO > Piano caldo, Roma dal 15 giugno stanzia 1mln di euro per assistenza anziani

Print Friendly, PDF & Email
Share.