Prezzofelice.it chiude, ecco come chiedere i rimborsi

0

Il sito Prezzofelice.it ha chiuso i battenti e molti consumatori si sono visti addebitare i costi di acquisto, ma ancora stanno aspettando di ricevere i prodotti o usufruire dei servizi. Ecco cosa fare.

(MeridianaNotizie) Roma, 26 giugno 2014 – “Decine di segnalazioni stanno arrivando ai nostri sportelli da parte di utenti che si sono visti addebitare i costi di acquisto sulla propria carta di credito, ma ancora stanno aspettando le consegne dei prodotti o la fornitura del servizio!” E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (http://www.consumatori.it), commentando il moltiplicarsi di lamentele dei consumatori sui disservizi conseguenti ad ordini effettuati on line sul sito Prezzofelice.it, che ha sospeso la sua operatività dal 12 giugno 2014 e ha avviato la procedura di liquidazione.prezzofelice1

“Per comunicare con il sito -incalza Dona (segui @massidona su Twitter)- c’è solo un indirizzo e-mail e le notifiche di mancata consegna preoccupano gli utenti, non solo quelli che hanno comprato prodotti, ma anche servizi come quelli estetici e turistici”. “Ecco allora -prosegue il Segretario generale dell’UNC- i nostri consigli: se si è pagato e la merce non è arrivata è importante non limitarsi alla protesta on line, ma piuttosto spedire una raccomandata a/r alla società HappyPrice srl (via Savona, 97, Loft 5 – 20144 Milano) per diffidare l’azienda ad inviare immediatamente il bene avvertendo che, decorsi 10 giorni, il contratto sarà risolto con richiesta di rimborso di quanto pagato (è inoltre utile mettere in copia l’Unione Nazionale Consumatori, via Duilio 13 – 00192 Roma).

“Per chi ha pagato con carta di credito -prosegue Dona- consigliamo di informare i Servizi interbancari (e la propria Banca emittente) del disservizio specificando il rischio di una frode. Per chi avesse pagato con Paypal è possibile usufruire della garanzia di rimborso del pagamento se la merce non arriva entro 45 giorni”. “Invitiamo tutti gli utenti interessati -conclude Massimiliano Dona- a proseguire nell’inviarci le proprie segnalazioni all’indirizzo di posta elettronica info@consumatori.it, specificando nell’oggetto “Disservizi Prezzofelice”.

La Redazione

Altre videonews di Cronaca

Donna sequestrata in casa e massacrata di botte per ore, si era rifiutata di comprare la droga

Giochi, carica batterie e cover per cellulari senza marchio CE. Mille prodotti sequestrati a Rieti

Esenzioni dal ticket fasulle, denunciati in 20 a Frosinone

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.