Scampia saluta il suo tifoso, l’addio a Ciro Esposito eroe di Napoli. Tra la folla anche Genny ‘a Carogna

2

 Anche Genny De Tommaso, detto ‘Genny a carogna’, ha partecipato all’ultimo saluto a Ciro, in piazza Grandi Eventi. La sera della finale di Coppa Italia all’Olimpico, De Tommaso era a capo della Curva nei concitati momenti successivi agli incidenti nei quali rimase colpito Ciro. Secondo le testimonianze fu lui tra i primi a soccorrere il giovane ultrà dopo l’aggressione.

(MeridianaNotizie) Roma, 27 giugno 2014 – Sono migliaia le persone giunte in piazza dei Grandi eventi a Scampia, quartiere della periferia nord Genny 'a carogna al funerale di Ciro Espositodi Napoli per dare l’ultimo saluto a Ciro Esposito, il tifoso morto dopo 52 giorni di agonia. Sul palco, accanto alla famiglia, anche il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris. Gioacchino Alfano, sottosegretario alla Difesa, è in piazza a Scampia, a Napoli, ai funerali di Ciro Esposito, in rappresentanza del Governo Renzi.

Slogan tifosi Napoli e maglia nera, ‘Ciro un eroe’ – Alla camera ardente un centinaio di tifosi ha intonato lo slogan ‘Ciro uno di noi’, indossando una maglia nera con la scritta ‘Ciro un eroe’. I tifosi porteranno a spalla il feretro fino a piazza dei Grandi eventi, percorrendo le strade del quartiere, e dove si sono svolti i funerali.

Il passaggio dell’auto con il feretro per le strade dl quartiere – Il feretro ha lasciato la camera ardente portato in spalla dai tifosi del Napoli. Un lungo applauso della gente, assiepata sulla piazza, ha la bara che ha attraversato le strade del quartiere per raggiungere piazza Grande Eventi. Amici e parenti hanno intonato “Ciro, Ciro” tra la grande commozione dei presenti, soprattutto dei giovanissimi. Moltissime le persone in lacrime. Davanti al carro, scortato dalla Polizia Municipale di Napoli, palloncini e striscioni. In prima fila i familiari, distrutti dal dolore, ma sorretti dall’affetto di tanta gente comune.

A Scampia la piazza intitolata a Ciro Esposito – La piazza dei grandi eventi a Scampia ha appena ‘cambiato nome’. Al suo posto i tifosi hanno sistemato una targa con la scritta “Piazza Ciro Esposito”. Anche in piazza, come alla camera ardente sono numerose le corone di fiori.

Ultrà: fidanzata Ciro, subito giustizia per farlo rivivereCardinale Sepe, con Ciro è morta una parte della città – ”Quando muore un giovane di 30 anni, muore sempre una parte della città, perche’ viene a mancare un tratto della sua giovinezza. E quando una vita, come quella di Ciro Esposito, è recisa dalla violenza ciò che resta è un dolore cupo che sembra sbarrare le porte a ogni tipo di speranza”, ha detto il cardinale di Napoli, Crescenzio Sepe. ”Napoli porta ancora una volta il segno di una tragedia. Per antica e amara consuetudine a noi, come comunità cittadina, tocca sempre imparare dalle tragedie”.

Commozione alla camera ardente – E’ rimasta aperta tutta la notte la camera ardente all’Auditorium di Scampia per Ciro Esposito, morto mercoledì a Roma a causa delle ferite riportate durante gli scontri che hanno preceduto la finale di Coppa Italia tra Napoli e Fiorentina lo scorso 3 maggio. A vegliare la bara sono rimasti il padre Giuseppe, la madre Antonella e la fidanzata Simona. Oggi Napoli, dove è stato proclamato il lutto cittadino, gli darà l’ultimo saluto. La mamma di Ciro Esposito, Antonella Leardi, è all’Auditorium della Municipalità di Scampia a Napoli dove si trova la camera ardente allestita per il giovane tifoso. La donna, che si era allontanata per qualche ora dopo la veglia notturna, è stata accompagnata in auto fino alla soglia dell’ingresso. Una volta scesa, è stata abbracciata da alcune donne che stavano entrando nella camera ardente. Lei ha ricambiato il saluto con commozione ed è entrata nella sede della Municipalità. Continua incessante il flusso di persone che vogliono dare l’ultimo saluto al giovane tifoso. Molti i cuscini e le corone di fiori, tra cui quelli inviati da altre tifoserie. A quelli giunti ieri, al momento, si è aggiunta una corona inviata dalla tifoseria della Curva Nord del Brescia.Ultrà: feretro Ciro Esposito lascia la camera ardente

C’è anche la corona dei tifosi assaliti prima della finale di Coppa – Tra le corone di fiori esposte all’ingresso della camera ardente c’è anche quella del Club Napoli Milano Partenopea, gruppo di tifosi che – secondo le ricostruzioni fatte fino a oggi – furono assaliti a Tor di Quinto prima della finale di Coppa Italia e che Ciro avrebbe cercato di difendere. A salutare il giovane tifoso, anche una squadra di Calcio giovanile di Marianella, quartiere della periferia Nord di Napoli.

Le sciarpe dei tifosi sulla bara – La bara è ricoperta da sciarpe del Napoli Calcio e ai piedi del feretro sono sistemati i fiori portati dalla gente in visita alla camera ardente. Sono già a Napoli, le delegazioni delle tifoserie di Genoa, Catania e Siena. Mentre nel primo pomeriggio, sono attese in piazza quelle di Lazio, Fiorentina e Borussia Dortmund. I funerali si svolgeranno, con rito evangelico, alle 16.30 in piazza Grandi Eventi a Scampia dove è stato predisposto un gazebo che accoglierà il feretro e dove è stato sistemato uno striscione su cui campeggia la scritta ‘Sempre con noi’.

La Redazione

Altre videonews di Cronaca

VIDEO > Narcotizzavano e poi rapinavano viaggiatori alla Stazione Termini, due gli arrestati

‘Froci, di merda, vi diamo fuoco’: lancio di escrementi contro le prove teatrali a Di’Gay Project

Il terrore della Colombo viaggia in smart, abbordava lucciole per poi rapinarle. L’ illegalità nell’illegalità

Print Friendly, PDF & Email
Share.