“Renzie” e gli #happydays per la festa dell’unità, al via il 15 giugno a via di Porta Ardeatina

3

(MeridianaNotizie) Roma, 12 giugno 2014 – C’è Fonzie, volutamente senza testa, sul manifesto della prossima festa del Pd, in calendario dal 15 giugno al 26 luglio a via di Porta Ardeatina 55, e l’hashtag #happydays. Una risposta alle provocazioni del leader del Movimento 5 Stelle e al nomignolo del capo del governo Matteo “Renzie”. Ma oltre alla locandina ironica, c’è il programma della Festa Democratica dell’Unità, ricco di musica, cinema, letteratura e incontri.

I concerti, organizzati in collaborazione con il Circolo degli Artisti, vedono protagonisti tra cui i Modena City Ramblers e Luci della Centrale Elettrica. Saranno inoltre ricordati i trent’anni dalla morte di Enrico Berlinguer con la proiezione del film “Quando c’era Berlinguer” di Walter Veltroni. Previste anche numerose presentazioni di libri e molteplici attività pensate per i più piccoli e per la famiglia. Tra gli invitati il sindaco di Roma Ignazio Marino, il governatore del Lazio Nicola Zingaretti e diversi rappresentanti del governo Renzi: dalla Boschi al sottosegretario Del Rio, dal ministro Madia a Poletti, da Franceschini a Mogherini.manifesto fdu

I trent’anni dalla morte di Enrico Berlinguer saranno ricordati attraverso dibattiti, presentazioni di libri, documentari e la serata-evento con Walter Veltroni e Bianca Berlinguer per la proiezione del film Quando c’era Berlinguer. Più di trenta poi i concerti organizzati in collaborazione con il Circolo degli Artisti che vedranno succedersi sul palco protagonisti del panorama musicale nazionale quali Luci della Centrale Elettrica, Modena City Ramblers, Dente, Perturbazione, Riccardo Sinigallia, Bud Spencer Blues Explosion  e molti altri. Inoltre sono previste per il sabato la serata Push Pop, mentre la serata Glamda caratterizzerà il venerdì gay friendly della Festa che già tutti gli altri giorni, con il coinvolgimento di un’ampia rete di associazioni LGBT, presso lo spazio Rainbow gestito dal Gay Center ospiterà eventi, spettacoli e dibattiti LGBT e sui diritti. Altra novità di questa edizione sono le molteplici attività pensate per i più piccoli e per tutta la famiglia, come lo spazio per l’allattamento e il cambio dei bebè offerto dall’Associazione Il Melograno, la ludoteca, l’intrattenimento nel weekend, il martedì family friendly, i corsi e i seminari sulla genitorialità, sul parto consapevole e l’apprendimento della manovra di Heimlich.

E poi numerose e interessanti presentazioni di libri curate dalla casa editrice Editori Riuniti, a partire dall’appuntamento con Claudio Cerasa il 18 giugno e il suo Le catene della sinistra. Non solo Renzi. Lobby, azionisti occulti di un potere immobiliare, proiezioni di film, maxi schermi per assistere alle partite dei mondiali, più di cento stand e sei ristoranti per un totale di oltre mille posti a sedere. Voce narrante della Festa, la “controradio”, Radio Roma Futura che, coinvolgendo i volontari e gli addetti ai lavori, offrirà, oltre l’abituale palinsesto, un divertente e insolito punto di vista di tutte le iniziative in programma.

Particolare attenzione infine, come ogni anno, sarà data all’ambiente per contribuire alla sensibilizzazione e alla promozione delle buone pratiche in materia di decoro e pulizia della città, con l’obiettivo, dopo il successo raggiunto con l’85% di raccolta differenziata ottenuto l’anno scorso, di raggiungere in questa edizione il 100%. Tra i partner della Festa di quest’anno Arci, Uisp, Gay Center, Circolo degli Artisti, Editori Riuniti, Il Melograno, Radio Città Futura, Radio Roma Futura.

La Redazione

Altre videonews di Eventi

VIDEO > Arriva dalle filippine la vincitrice del MoneyGram Award 2014, premio a imprenditoria immigrata

VIDEO > “Artiste del Novecento tra visione e identità” ebraica in mostra alla Gnam di Roma fino al 5 ottobre

Al Good news festival si sceglie l’erede di suor Cristina, il 14 giugno parte la rassegna di Christian Music

Print Friendly, PDF & Email
Share.