VIDEO > Scendono in piazza di dipendeni della PA, magliette da calimero per Madia

0

(MeridianaNotizie) Roma, 19 giugno 2014 – Partito poco dopo le 11 da piazza Bocca della Verità, il corteo dell’Usb Pubblico Impiego diretto a piazzetta Vidoni, davanti al Ministero della Funzione Pubblica, per lo sciopero nazionale di 24 ore dei dipendenti pubblici. Circa 300 i partecipanti, arrivati anche con due pullman da Latina, in marcia con fischietti e bandiere del sindacato di base dietro lo striscione “Giù le mani dal lavoro e dai servizi pubblici”. Tra gli altri esposti, “La precarietà non fa scuola – Assunt@ tutt@, assunt@ davvero”, “Stop a tagli e licenziamenti – Investiamo in salute e servizi” e “I lavoratori hanno già dato – Ama pubblica e trasparente”. In piazza anche “I precari di Casa Renzi”, lavoratori della presidenza del Consiglio in presidio venerdì scorso davanti a Montecitorio. SCIOPERO-PA2

Tra la folla spiccano le magliette dedicate al ministro Marianna Madia, raffigurata come Calimero sormontato dalla scritta: “Senza contratto… È un’ingiustizia però”. Il premier Matteo Renzi, invece è dipinto come un novello Giulio Cesare incoronato dalle banconote da 80 euro al posto dell’alloro. Per quanto riguarda la partecipazione dei lavoratori di Roma Capitale lo sciopero “è complicato, difficile – spiega Roberto Betti, del coordinamento Usb Pubblico Impiego – ma c’è una massa critica resistente, che sta dando la prima risposta organizzata alla riforma della Pubblica Amministrazione proposta da Renzi”. “C’è un vero e proprio attacco al cuore dello Stato, portato da questo governo – attacca – amplificato dalle vicende legate nella Capitale. A Roma stiamo dimostrando, pur nelle difficoltà sindacali, che voci diverse, come dipendenti comunali, Ama, servizi, pubblici, formano una sacca di resistenza che non accetta i diktat di Marino, Renzi e della Bce”.

Servizio di Cristina Pantaleoni

Altre videonews di Cronaca

In manette Gianluca Cherubini ex dell’as Roma, Cc lo trovano con una pistola calibro 765 rubata

Maturità, finisce la prima prova: tracce fattibili

VIDEO > Operazione Fiume, in manette il boss Guido Spina: era il padrone del quartiere Zen di Palermo

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.