2.400 euro per la vacanza in Puglia: il resort non esiste, l’operatore turistico scappa. Truffa a Soriano

1

Sono frequenti i tentativi di truffa da parte di persone che si fingono operatori turistici e contattando per telefono o via e-mail le loro vittime propongono viaggi a prezzi super convenienti.

(MeridianaNotizie) Roma, 30 luglio 2014 – I Carabinieri della stazione di Soriano nel Cimino, coordinati dal maresciallo Lo Nero, hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Viterbo M.G., 48enne di origine sarda residente a Ronciglione, per il reato di truffa. Le indagini condotte dai Carabinieri, scattate immediatamente dopo aver ricevuto una denuncia per truffa da parte di due coniugi di Soriano nel Cimino, hanno consentito di identificare l’uomo il quale, fingendosi un operatore turistico di un’agenzia di viaggi di Viterbo, gli aveva proposto un viaggio in un resort pugliese per la cifra di 2400 euro. Dopo aver ottenuto il pagamento con un bonifico su un conto corrente, il truffatore ha inviato alcuni messaggi alla coppia di Soriano adducendo scuse improbabili in merito all’improvvisa cancellazione del viaggio con la promessa che in breve tempo sarebbe riuscito a risolvere ogni difficoltà.vacanza-puglia1 In realtà, di M.G., da quel momento si sono perse le tracce ed ai due sfortunati sorianesi, che non hanno potuto trascorrere le vacanze presso la località turistica prenotata, non è rimasta altra scelta che affidarsi ai Carabinieri per sporgere denuncia per truffa.

Episodi come questi purtroppo se ne registrano molti, specie in questo periodo estivo. Sono frequenti i tentativi di truffa da parte di persone che si fingono operatori turistici e contattando per telefono o via e-mail le loro vittime propongono viaggi a prezzi super convenienti. Per difendersi da questi odiosi episodi criminosi il comando Provinciale dei Carabinieri di Viterbo consiglia di tutelarsi mettendo in atto piccoli accorgimenti, tra i quali quelli sempre validi di: diffidare sempre dagli acquisti molto convenienti e dai guadagni facili: spesso si tratta di truffe o di merce rubata; non partecipare a lotterie non autorizzate e non acquistare prodotti miracolosi od oggetti presentati come pezzi d’arte o d’antiquariato se non si è certi della loro provenienza; non accettare in pagamento assegni bancari da persone sconosciute; non firmare nulla che non sia chiaro e chiedere sempre consiglio a persone di fiducia più esperte. Una serie ancora più completa di suggerimenti per evitare di essere raggirati da malfattori senza scrupoli sono consultabili sul sito istituzionale dell’Arma dei Carabinieri: www.carabinieri.it, nella sez. Consigli.

La Redazione

Altre videonews di Cronaca

Teatro Valle, Campidoglio: via dal 31 luglio. Giovedi parte la resistenza artistica

VIDEO > Teatro Eliseo, sfratto rimandato al 16 settembre

Print Friendly, PDF & Email
Share.