Discarica a cielo aperto sulla Palmiro Togliatti, Uil: cancelli isola ecologica ancora chiusi

2

(MeridianaNotizie) Roma, 22 luglio 2014 – Elettrodomestici, materassi, reti, vecchi mobili e poltrone, contenitori di oli e vernici. Una vera e propria discarica a cielo aperto lungo la via Palmiro Togliatti. Una discarica a due passi dal centro commerciale di Cinecittà 2, dalla strada affollata di autoveicoli e pedoni. Una discarica all’altezza del civico 69, nel VII municipio, dove fino a quattro mesi fa si trovava un’isola ecologica dell’Ama per i rifiuti ingombranti. L’isola è chiusa dal 21 marzo scorso per un incendio doloso e i cittadini abbandonano al di fuori del cancello i propri rifiuti. Nonostante le indicazioni – affisse al cancello su foglietti volanti – suggeriscano il conferimento in altri impianti, come quello di via Teano, zona Prenestina, quello di via delle Messi D’Oro, a Ponte Mammolo, o Laurentina.

 “Non è che l’ennesimo caso purtroppo di degrado ambientale di questa città – commenta il segretario generale della Uil di Roma e del Lazio, Pierpaolo Bombardieri – Nonostante le tante denunce e le conseguenti promesse la situazione sembra immutata. Immondizia che trabocca dai cassonetti e addirittura discariche improvvisate di rifiuti ingombranti. Perché – chiediamo al presidente Fortini – quest’isola non è stata riaperta? Perché dopo quattro mesi i rifiuti continuano ad essere ammassati all’esterno? Quali informazioni l’Ama ha dato ai cittadini della zona per comunicare la chiusura della struttura e le eventuali alternative? Di sicuro, un foglietto volante scritto a penna affisso su un cancello non è un’informazione dettagliata ed esaustiva. E soprattutto è prevista una riapertura? Quando?”.isola togliatti3(1)

Apparentemente i lavori sembrano ultimati e, dall’esterno, la struttura appare nuovamente in condizioni di poter riattivare i propri servizi. Perché, allora, i cancelli continuano a rimanere chiusi? Sono 12 le isole ecologiche dell’Ama su Roma, di cui 9 dentro il raccordo e 3 fuori. Dodici, tranne le chiusure temporanee di alcune di esse che rischiano così di alterare l’intero sistema.

 “Abbiamo espresso soddisfazione la scorsa settimana per i progetti illustrati ai sindacati dall’assessore all’Ambiente, Estella Marino, e dal presidente di Ama, Fortini – commenta il segretario regionale Giuliano Sciotti – Si è parlato dei rifiuti come risorsa, di messa in sicurezza dell’impiantistica esistente, di sinergia tra Ama e Acea – come da noi più volte richiesto – ma è necessario attivarsi subito. A cominciare dai rifiuti ingombranti che sicuramente non rappresentano uno spettacolo decoroso per la città, oltre che soprattutto costituire un pericolo per la salute dei cittadini”.

La Redazione

Altre videonews di Cronaca

Meteo, flash storm sul centro italia. Estate ballerina? Non prendetevela con i meteorologi

VIDEO > Fermata banda dello spaccio dei Castelli Romani, la Gdf sequestra 42 mln di euro al Gruppo Anderlucci

VIDEO > La Costa Concordia riemerge dalle acque del Giglio

Share.