Caos bagagli a Fiumicino, 100 i voli partiti senza bagagli da domenica sera

0

Alla normale amministrazione quindi si aggiunge il pregresso di bagagli da smaltire. Comprendiamo lo stato d’animo dei lavoratori, il malumore e la tensione dettate dalla coincidenza dell’ufficializzazione della procedura di mobilita’ con il picco massimo di lavoro.

(MeridianaNotizie) Roma, 5 agosto 2014 – Mentre è in programma all’aeroporto di Fiumicino un incontro tra i vertici di Alitalia e i sindacati di categoria sulla procedura di mobilità per i 2171 esuberi, sono ancora numerose centinaia i bagagli in transito della compagnia bloccati. I colli, stipati sugli carrellini portabagagli, si trovano nella apposita struttura dalla quale normalmente poi vengono caricati a bordo degli aeromobili. E’ la conseguenza dell’assemblea spontanea dei lavoratori Alitalia che si è svolta ieri e della applicazione letterale, a partire a quanto si appreso dalla scorsa domenica, delle procedure da parte degli addetti al carico e scarico bagagli della compagnia, una sorta di ‘sciopero bianco’. “I lavoratori fanno il loro dovere, applicando il contratto come previsto dalla normativa – spiega Paolo Pagnotta, segretario territoriale della Cgil – Stanno garantendo l’indice di produttività e tutto il contributo umano che può essere dato, ma non di certo come i ritmi che vengono sostenuti in altri momenti”.Alitalia:'sciopero bianco'a Fiumicino,stop centinaia bagagli

“A quanto riferisce Alitalia – dice Valeria Mascoli, Filt Cgil di Roma e Lazio – sono circa cento i voli partiti senza bagagli da domenica sera. Alla normale amministrazione quindi si aggiunge il pregresso di bagagli da smaltire. Comprendiamo lo stato d’animo dei lavoratori, il malumore e la tensione dettate dalla coincidenza dell’ufficializzazione della procedura di mobilita’ con il picco massimo di lavoro. Non possiamo pero’ appoggiare le proteste messe in atto al di fuori delle regole che mettono a rischio il singolo lavoratore. La Filt Cgil e la Cgil hanno indetto per domani un’assemblea nel locale mensa a Fiumicino e un’altra assemblea giovedi’ presso gli uffici della Magliana per cercare di intercettare quanti piu’ lavoratori e spiegare l’accordo quadro, che non abbiamo firmato e l’accordo integrativo da noi appoggiato”.

La Redazione

Altre videonews di Cronaca

Sei chili di cocaina nella borsa del pc, in manette albanese 25enne

VIDEO > Mafia e appalti pubblici, sequestro da 25 mln di euro nel trapanese

VIDEO > Controlli a B&B e affittacamere romani, 34 irregolari a Roma

Share.

Comments are closed.