Rivoluzione nelle chiese romane. Dal 1° settembre cambio della guardia in 20 parrocchie

2

Le nomine nelle parrocchie riguardano tutti i settori della diocesi

(MeridianaNotizie) Roma, 26 agosto 2014 – “Dal 1° settembre novità in diocesi: cambiano i direttori di tre Uffici del Vicariato, il vicario di un Tribunale, e in ben diciassette parrocchie arrivano nuovi parroci, mentre in altre sei comunità sono stati nominati nuovi amministratori parrocchiali appartenenti al clero religioso. Don Antonio Magnotta, parroco di San Corbiniano all’Infernetto, sarà il nuovo direttore del Servizio diocesano per la pastorale giovanile. Un ruolo ricoperto finora da don Maurizio Mirilli, che invece andrà a guidare la parrocchia del Santissimo Sacramento a Tor de’ Schiavi. Mentre nella comunità dell’Infernetto – nella chiesa fortemente voluta dal Papa emerito Benedetto XVI e intitolata al santo tedesco patrono dell’arcidiocesi di Monaco e Frisinga – arriverà don Luigi Lani, per dieci anni parroco a Sanbasilica-di-san-pietro-a-roma Giuliano. Monsignor Bruno Pirolli lascerà la guida dell’Ufficio clero del Vicariato; ne prenderà il posto monsignor Luciano Pascucci, finora incaricato della formazione permanente del clero nella diocesi, al quale succede in questo servizio monsignor Angelo De Donatis, parroco di San Marco Evangelista al Campidoglio. Don Luca Sansalone sarà il nuovo vicario giudiziale del Tribunale regionale di prima istanza per le cause di nullità del matrimonio”. È quanto si legge su Roma Sette, sito della Diocesi di Roma.

“Le nomine nelle parrocchie riguardano tutti i settori della diocesi – prosegue Roma Sette – A cominciare dal Centro, per la precisione con la parrocchia di San Lorenzo in Damaso, dove arriva don Ivan Grigis, già vicario parrocchiale a Santa Croce in Gerusalemme. Succede a don Carlo Purgatorio, che ha guidato la comunità di piazza della Cancelleria dal 2011 e adesso è atteso in quella di Santa Emerenziana, al Quartiere Africano, dove sarà parroco da settembre, prendendo il posto di monsignor Michele Baudena. Quest’ultimo approderà a Casal Bertone, nella parrocchia di Santa Maria Consolatrice. Nel settore Est, a San Giuda Taddeo Apostolo, monsignor Marco Ceccarelli, cappellano alla Lumsa e consigliere ecclesiastico dell’Ambasciata d’Italia presso la Santa Sede, prenderà il posto di don Attilio Nostro, che andrà a guidare i fedeli di San Mattia, a Monte Sacro Alto. E ancora, sempre nel settore Est, cambiamento nella comunità della Resurrezione di Nostro Signore Gesù Cristo, a Giardinetti: il nuovo parroco sarà don Dario Gervasi, dal 2008 vice rettore del Pontificio Seminario Romano Maggiore. Al Maggiore, dove arriva come assistente don Renzo Del Vecchio, lo sostituirà don Daniele Salera. È stato direttore spirituale della struttura formativa di piazza San Giovanni in Laterano, invece, don Augusto Paolo Lojudice, che andrà a guidare la parrocchia di San Luca Evangelista, al quartiere Prenestino. A Santa Barbara, a Capannelle, arriva don Francesco Del Moro; poco lontano, allo Statuario, la comunità di Sant’Ignazio d’Antiochia darà il benvenuto a don Jesús Marquiña Maraño, filippino. Passando al settore Nord, il nuovo parroco di Sant’Innocenzo I Papa e San Guido vescovo sarà don Massimiliano Testi, che ha già servito questa comunità come amministratore parrocchiale lo scorso anno. A Gesù di Nazareth (Verderocca) arriva don Giuseppe Russo e a San Benedetto Giuseppe Labre, a Torraccia, giungerà don Cesar Gustavo Fonseca Avila, originario dell’Honduras. Novità anche nella parrocchia di San Giuliano: don Luigi Lani, come detto, andrà a San Corbiniano e della comunità della Cassia si prenderà cura don Massimo De Propris. Per quanto riguarda il settore Ovest, a Sant’Ambrogio l’amministratore parrocchiale don Marco Vianello viene confermato come parroco, mentre a Nostra Signora di Fatima il nuovo parroco sarà don Byron Penman Wills, nato in Honduras, cappellano dell’ospedale San Filippo Neri. Si annunciano cambiamenti anche in altre sei parrocchie dell’Urbe, per le quali sono stati nominati degli amministratori parrocchiali. È il caso di San Remigio, a Colleverde, affidata ai Missionari della Sacra Famiglia: padre Miroslaw Komorowski, polacco, sarà l’amministratore dal primo settembre. Ai Santi Biagio e Carlo ai Catinari, invece, questo ruolo sarà affidato al barnabita padre Giovanni Villa. Nella comunità di San Gabriele Arcangelo, ecco don Armando Palmieri, vocazionista; e ai Santi Urbano e Lorenzo a Prima Porta padre Zbigniew Golebiewski, dei Monaci di san Paolo Primo eremita. Alla guida dei Santi Francesco e Caterina patroni d’Italia arriverà padre Andrés Rodriguez de Bella, dell’Istituto dei Padri di Schönstatt; al Santissimo Corpo e Sangue di Cristo, al Tuscolano, infine, don Romano Sacchetti, dei Missionari del Preziosissimo Sangue”.

La Redazione:

Altre videonews in Cronaca:

Codacons: “Il 3 settembre decisione al Tar per ricorso su strisce blu”

Bonificati sottopassi a Porta Pia e Corso Italia

VIDEO > Sbarco migranti, a Ragusa fermato scafista

Share.