M5S conquista il Circo Massimo, ma senza lo spuntino: il Mibac dice no e Grillo non lo sa

1

Dal Mibac il divieto di ristorazione sembra essere ignorato da Grillo che dichiara:”ci saranno punti di ristoro”.

(Meridiana Notizie ) Roma, 12 settembre 2014 – E’ arrivato l’ok dal Comune di Roma alla richiesta del Movimento 5 Stelle per il raduno nazionale al Circo Massimo dal 10 al 12 ottobre. Questo l’esito dell’incontro tenutosi questa mattina al Ministero per i Beni e le attività culturali in via San Michele. Il parere positivo contiene però alcune condizioni come il divieto di ristorazione e di somministrazione e prescrive che i servizi igienici siano opportunamente schermati per garantire il decoro dell’area archeologica. Al tavolo tecnico congiunto hanno partecipato: un rappresentante della direzione regionale per i Beni Archeologici e Paesaggistici, un rappresentante della Sovrintendenza comunale, il Gabinetto del sindaco, la Sovrintendenza ai Beni culturali.prodi-grillo_mangia

Confermato, quindi, l’indirizzo dato dal Campidoglio nella prima riunione del tavolo tecnico tenutasi a fine agosto che in una nota aveva fatto sapere che al successivo tavolo tecnico “Roma Capitale si esprimerà positivamente rispetto alla richiesta avanzata”. Una delle perplessita’ emerse nel primo tavolo in merito al primo progetto presentato dal Movimento 5 Stelle riguardava la poca distanza di palco e stand dall’area di scavo del Circo Massimo. Nel nuovo progetto presentato, invece, c’e’ una piu’ ampia “area di rispetto”.

Ironizza Beppe Grillo dal suo blog. “Abbiamo fatto il progetto di Italia 5 Stelle, che faremo al Circo Massimo perché se no i Rolling Stones han detto che vengono qua e vanno a prendere direttamente Marino. (…) Abbiamo un palco che i Rolling Stones ci sono rimasti di gesso. Pensate che quando abbiamo portato il progetto a Marino e alla Commissione, la Commissione ha detto: “Non abbiam mai visto delle cose così, siamo abituati alla CISL e alla UIL…”

Discordano però i divieti imposti dal tavolo tecnico con le parole di Grillo. Mentre nel comunicato stampa del Mibac si fa riferimento al “divieto di ristorazione”, Grillo sembra non aver letto quella riga e dichiara sul suo blog: “ci saranno punti di ristoro”.

I COMMENTI DALLA POLITICA – “Finalmente, dopo che per settimane il leader maximo Grillo ha tentato di far credere all’Italia intera che Marino non soltanto non volesse concedere il Circo Massimo, ma che fosse competenza del Sindaco tale decisione, l’ok uscito dal tavolo tecnico interistituzionale mette in chiaro una volta per tutte la divisione di poteri tra chi indirizza e chi gestisce, cosa immaginiamo sconosciuta in casa grillina. Ora aspettiamo che il leader maximo, e i leader minimi del M5S che si sono affannati a sostenere la tesi fasulla del capo, vogliano altrettanto pubblicamente chiedere scusa per aver strumentalizzato il Sindaco Marino e per avere tentato di abusare della credulità popolare”. Lo dichiara Fabrizio Panecaldo, coordinatore della maggioranza in Campidoglio, in una nota.

“Il via libera al raduno nazionale del Movimento 5 Stelle al Circo Massimo dato dal tavolo tecnico del ministero per i Beni e le attività culturali è un atto di giustizia che evita la vergogna di una contrapposizione tra una manifestazione come il concerto dei Rolling Stones e una manifestazione politica organizzata da un grande partito di opposizione.” Ha dichiarato l’ex sindaco di Roma Gianni Alemanno, con un post su Facebook.

L’articolo di Diana Romersi

Altre videonews di Cronaca:

VIDEO > Cinecittà World domination ad Ottaviano, il flash mob dei cosplay

VIDEO > Incendio Policlinico Umberto I, fiamme scaturite da una macchinetta del caffè

VIDEO > Maltempo, bomba d’acqua su Roma: caos e traffico nella Capitale

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Share.