VIDEO > Esodo Estivo 2014, meno code e meno incidenti. Lupi annuncia: “riformare codice della strada”

2

Si è registrato un aumento di traffico stradale del 3% rispetto all’anno precedente, ma grazie alle vacanze spalmate lungo tutto il periodo estivo non si sono registrate le temute code.

(Meridiana Notizie) Roma, 5 settembre 2014 – Vacanze brevi e migliore qualità di viaggio, è quanto rivela Viabilità Italia sull’appena trascorso esodo estivo. In una conferenza stampa con Anas, Aiscat, Polizia stradale e Carabinieri a cui hanno partecipato anche il Ministro dell’Interno Angelino Alfano e il Ministro dei Trasporti Lupi, si sono tirate le somme della viabilità per l’estate 2014. viabilità2

Per quanto riguarda le partenze i giorni maggiori di traffico sono stati il fine settimana del 25-27 luglio e nei primi due week-end d’agosto, con punte di traffico in particolare il 25 luglio, il 2 agosto e il 9 agosto; mentre i rientri hanno registrato il traffico maggiore solo nella giornata del 23 agosto.

In definitiva non si sono registrate giornate da bollino rosso, gli italiani hanno scelto mete vicine a casa e gite nel weekend, rendendo il trasporto più fluido. Si è registrato un aumento di traffico stradale del 3% rispetto all’anno precedente, ma grazie alle vacanze spalmate lungo tutto il periodo estivo non si sono registrate le temute code, con un conseguente abbassamento degli incidenti stradali.

Si tratta di “un bilancio positivo” come dichiara Giuseppe Bisogno, Presidente di Viabilità Italia e direttore del servizio Polizia Stradale, che tuttavia ricorda ai viaggiatori di essere prudenti una volta saliti in macchina. “Oggi registriamo che ci sono frequenti distrazioni per l’uso dei telefonini e tutto quello che riguarda apparecchiatura elettronica. Quindi massima attenzione alla guida.”

Secondo il Ministro Lupi le prime azioni da compiere sono “la messa in sicurezza delle strade attraverso manutenzione e prevenzione; ormai sono quasi 1 miliardo di euro le risorse per la manutenzione straordinaria di ponti, viadotti e strade. Poi ci sono i grandi temi – continua il ministro – La riforma del codice della strada diventa ormai sempre più fondamentale e il lavoro educativo da fare anche in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione sui più giovani”

Il servizio di Diana Romersi

Altre videonews di Cronaca:

VIDEO > Stadio Roma, ok della Giunta pronto entro il 2017. Sarà un Colosseo di vetro con 52.500 posti

VIDEO > Addio a Joan Rivers, l’irreverente attrice che diede del gay ad Obama

VIDEO > Non si ferma all’alt, carabiniere gli spara e lo uccide. Muore napoletano di 17 anni

 

Share.