VIDEO > Grandi Eventi, per Balducci e famiglia sequestri da 13mln di euro

0

(MeridianaNotizie) Roma, 19 settembre 2014 – Beni immobili, autoveicoli, quote societarie e conti bancari sono stati sequestrati all’ex Provveditore alle Opere Pubbliche di Roma nonché Presidente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici Angelo Balducci e ai componenti del suo nucleo familiare, per un valore stimato di 13 milioni di euro.La confisca, ad opera dei Finanzieri del Comando provinciale di Roma, riguarda l’intero patrimonio accumulato nell’ultimo decennio. A Balducci è stato anche applicata la misura di prevenzione personale della sorveglianza speciale della durata di tre anni, con obbligo di soggiorno a Roma.BALDUCCI-2

Come noto, BALDUCCI, con altri funzionari pubblici ed imprenditori, è stato al centro delle indagini condotte dalle Procure di Roma, Firenze e Perugia sulla cosiddetta “cricca” degli appalti: un esteso e organizzato fenomeno di malaffare, definito da alcuni dei soggetti intercettati come “sistema gelatinoso” che, dal 1999, ha consentito la metodica assegnazione ad un numero chiuso di imprese favorite, in primis quelle di Diego ANEMONE, di rilevantissimi appalti pubblici, tra cui anche quelli relativi ai cosiddetti “Grandi Eventi” (Mondiali di Nuoto 2009, Vertice G8 all’Isola de La Maddalena, Celebrazioni del 150° Anniversario dell’Unità d’Italia).

Tra i beni interessati dalla confisca vi sono svariati immobili di lusso, come l’abitazione romana dei BALDUCCI, appartamenti sulle Dolomiti ed in provincia di Pesaro, nonché un lussuoso casale con piscina e relativi terreni a Montepulciano (SI), la cui edificazione e ristrutturazione è stata curata proprio dall’impresa ANEMONE

Servizio di Cristina Pantaleoni

Altre videonews di Cronaca

VIDEO > Gdf sequestra 118 mln di euro Consorzio Unico di Bacino di Napoli e Caserta

Separazione consensuale: ora basta una firma in Comune

VIDEO > Recuperata la sfinge etrusca del IV secolo a.c. trafugata a maggio 2014 dal museo di Cerveteri

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.