FilmFest di Roma, dal 16 al 25 ottobre la nona edizione. Contestata l’esclusione del film sul “Califfo”

2

Durante la conferenza non è mancato un colorito fuoriprogramma, con la contestazione a Muller messa in scena sulle note di “Tutto il resto è noia” di Franco Califano da un piccolo gruppo di presenti in sala, che hanno così criticato l’esclusione dal Festival di un film sulla figura del “Califfo”.

(MeridianaNotizie) Roma, 29 settembre 2014 – Cinquantuno film da 21 Paesi (di cui 16 italiani) nella selezione ufficiale, e 22 tra retrospettive e restauri, l’apertura e la chiusura nel segno della commedia all’italiana e soprattutto, in linea con il ritorno all’evento come “Festa”, la novità del pubblico a cui spetterà incoronare i film vincitori, esprimendo le proprie preferenze all’uscita dalla sala, mentre la giuria Internazionale delle scorse edizioni è stata eliminata. Sono i punti salienti della nona edizione del Festival internazionale del Film di Roma, in programma all’Auditorium Parco della Musica dal 16 al 25 ottobre, presentata stamattina dal direttore artistico Marco Muller e dal presidente della Fondazione Cinema per Roma Paolo Ferrari, alla presenza degli assessori alla Cultura di Comune e Regione, Giovanna Marinelli e Lidia Ravera. Richard Gere, Rooney Mara, Clive Owen e Rosamund Pike le principali star, salvo sorprese dell’ultim’ora, che sfileranno sul red carpet da record di 1.300 metri quadri allestito nella Cavea. filmfest-2014Ma il Festival si aprirà anche alla città. Oltre alle sette sale che accoglieranno gli spettatori (Santa Cecilia, Sinopoli, Petrassi, Teatro Studio Gianni Borgna, Studio 3, Auditorium Maxxi e Barberini), a quella virtuale su piattaforma digitale, e ai padiglioni e stand in acciaio, vetro e legno del Villaggio del Cinema all’Auditorium, i riflettori illumineranno infatti anche via Veneto. La strada simbolo del cinema italiano ospiterà infatti dal 17 al 21 ottobre il Mercato Internazionale del Film, spazio per incontri, workshop ed eventi, diviso nelle sezioni The Business Street e New Cinema Network.

Tornando al Festival, sono quattro le linee di programma della Selezione ufficiale: “Cinema d’Oggi”, film di autori già affermati e di giovani, “Gala”, dedicata alle grandi pellicole “popolari ma originali” della nuova stagione, “Mondo Genere”, miscellanea di diversi generi cinematografici e “Prospettiva Italia”, incentrata sulle nuove linee di tendenza del cinema nazionale di fiction e documentaristico. Autonoma e parallela, invece, la sezione di “Alice nella città”, rassegna di film per ragazzi. A inaugurare i dieci giorni di “festa” sarà “Soap Opera” di Alessandro Genovesi, con Fabio De Luigi, Cristiana Capotondi, Ricky Memphis e Diego Abatantuono, mentre il compito di calare il sipario è affidato al duo comico Ficarra e Picone, autori, protagonisti e registi di “Andiamo a quel paese”, con Nino Frassica. Prodotta dalla Fondazione Cinema per Roma, la manifestazione è promossa da Roma Capitale, Camera di Commercio, Regione Lazio, Provincia di Roma, con la partnership istituzionale tra gli altri del Ministero per i Beni culturali e per lo Sviluppo economico, e il sostegno di un pool di 38 sponsor, capeggiati dal main partner BNL Gruppo BNP Paribas. Proprio i soci fondatori, ha spiegato Muller, “hanno indirizzato la sterzata di quest’edizione: un’inversione di rotta dovuta alla volontà di abbandono dell’ipotesi ‘festival’ e di cavalcare l’idea della ‘Festa’, dinamica, diversa. È un Festival schizofrenico”. Il direttore ha ricordato che per quest’edizione “le conferme finanziarie sono arrivate a giugno e perciò ci siamo affidati in particolare all’attrattività dell’azienda Italia, Roma, Lazio”. I tempi stretti, ha ironizzato, “ci hanno costretto ad agire con la rapidità dei ‘Mercenari’ di Sylvester Stallone, anzi quasi quasi propongo lo staff per interpretare il prossimo capitolo della serie!”. Da questo lavoro, ha notato, “è nato un programma pieno di spinte diverse al suo interno, che vorremmo possa continuare a vivere durante il festival. Per questo andremo anche a Rebibbia, e stiamo cercando con alcuni assessorati comunali e regionali nuovi agganci. Siamo certi – ha annunciato – che il Festival potrà viaggiare dopo il 26 ottobre a Civitavecchia, Viterbo e Frosinone”.

La Redazione

Altre videonews di Cronaca

VIDEO > Supercar, dal 10 al 12 ottobre il rombo dei motori invade la Fiera di Roma

VIDEO > Made In…produttori ed esperti svizzeri e italiani a confronto in attesa di Expo15

Skipass 2014: dal 30 ottobre al 2 novembre a Modena vanno di scena gli sport invernali

Print Friendly, PDF & Email
Share.