Fiducia Jobs Act, bagarre m5S al Senato. Espulso il capogruppo grillino Vito Petrocelli

1

(MeridianaNotizie) Roma, 8 ottobre 2014 – Urla, cartelli, qualche spintone e monetine offerte ai banchi del governo.  Scoppia la bagarre al Senato ad opera del M5S dopo la chiusura a mezzogiorno della discussione generale sul Ddl lavoro (Jobs act). A scatenare l’ira dei grillini, l’intervento del ministro del lavoro Giuliano Poletti. Il presidente del Senato Pietro Grasso, è stato così costretto a sospendere la seduta, che riprenderà alle 16, dopo aver espulso il capogruppo di M5S Vito Petrocelli, che però si è arroccato in Aula, rifiutando di lasciarepe l’emiciclo. «Sono stato espulso per aver mostrato in Aula un foglio bianco – protesta l’esponente 5 Stelle -. Il foglio rappresenta la delega in bianco che il governo vuole farci firmare con la fiducia sul Jobs Act. Per la prima volta un capogruppo viene espulso dal Senato per aver mostrato un cartello perfettamente bianco, rasentiamo l’assurdo» cinguetta il capogruppo grillino su Twitter.

Crescono perciò le insidie per ottenere la fiducia del maxiemendamento incentrato sul lavoro: contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti per i nuovi assunti; riordino della cassa integrazione con nuovi limiti all’utilizzo; razionalizzazione degli incentivi all’assunzione e in generale riordino dei servizi del lavoro e delle politiche attive; rimodulazione dell’Aspi (l’assegno di disoccupazione) in relazione alla carriera contributiva del lavoratore con l’estensione anche ai collaboratori; ferie ‘solidali’. Sono queste le principali novità del Jobs act. Non viene esplicitamente citato nel ddl l’articolo 18, tema scottante delle ultime settimane, perciò nella mattinata Palazzo Chigi ha inviato una nota di chiarimento: “Il voto riguarda evidentemente l’articolo 18. La delega – si osserva – attribuisce al Governo il dovere di superare l’attuale sistema e il presidente del Consiglio ha indicato con chiarezza la direzione”.

La Redazione

Altre videonews in Politica:

Alfano: no ai matrimoni gay. Mario Mieli: presa di posizione ideologica, Renzi con chi sta?

VIDEO > Strage di Lampedusa, Roma ricorda le vittime del naufragio con una targa a Villa Celimontana

VIDEO > Teatro dell’Opera, Sel protesta in Campidoglio contro i licenziamenti di coro e orchestra

Print Friendly, PDF & Email
Share.