VIDEO > Operazione Porto Franco, l’ndrangheta mette le mani su Gioia Tauro. 13 imprenditori in manette

1

(MeridianaNotizie) Roma, 21 ottobre 2014 – 13 persone sono finite in manette, tra cui imprenditori legati alle cosche della ‘ndrangheta, e 23 società sono state sequestrate per un valore complessivo di 56 mln di euro. È il bilancio dell’operazione denominata “porto Franco” condotta dai finanzieri del comando provinciale di Reggio Calabria. In particolare nel corso dell’inchiesta, diretta dalla Dda di Reggio Calabria, è emerso che gli esponenti delle cosche della ‘ndrangheta dei Pesce e dei Molè si erano infiltrati nei servizi connessi al traffico mercantile generato dal Porto di Gioia Tauro, con la conseguente indebita percezione di rilevanti profitti illeciti.porto-gioiatauro1

Ai 13 imprenditori arrestati vengono contestati i reati di associazione per delinquere di tipo mafioso, riciclaggio di proventi di illecita provenienza, trasferimento fraudolento di valori , frode fiscale, attraverso l’utilizzo ed emissione di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti, e contrabbando di gasolio e di merce contraffatta. Le indagini hanno infatti consentito di appurare che la cosca PESCE ha perseguito e consumato anche reati di contrabbando, consistenti nell’importazione di merce contraffatta dalla Cina in evasione di dazi e diritti doganali.

Servizio di Cristina Pantaleoni

Altre videonews di Cronaca

VIDEO > Operazione Carte false, scoperti tre finti agricoltori nel nuorese

VIDEO > Operazione Miliardo, nei guai il Gruppo Gesconet. Sequestri in tutta Italia

VIDEO > Operazione “Vai e vieni” contro lo spaccio di droga a Palermo, 8 arresti e 2 quintali sequestrati

Print Friendly, PDF & Email
Share.