VIDEO > Pedonalizzazione tridente, invasione di motorini targati Ncd contro la decisione di Marino

0

(MeridianaNotizie) Roma, 17 ottobre 2014 – In sella ai propri motorini il Nuovo Centrodeatra manifesta in piazza del Popolo contro la pedonalizzazione totale del quadrante A1 della ZTL. Il “Tridentino”, tra via di Ripetta e via del Babuino che nelle intenzioni del Sindaco Ignazio Marino sarà interdetto anche al transito degli scooter, finora esclusi dalle limitazioni. Dalle 12 di questa mattina l’area adiacente a piazza del Popolo in via Francesco Di Savoia si è riempita di motorini contro il provvedimento che dopo la settimana sperimentale entrerà in vigore da lunedì 20 ottobre. Fra i manifestanti anche l’europarlamentare Ncd Roberta Angelilli.pedonalizzazione-tridente-scooter2

Nel mirino del centrodestra c’è anche la questione del parcheggio del sindaco negli spazi del Senato in piazza san Luigi dei Francesi. “I consiglieri del Nuovo Centrodestra faranno una colletta per donare 200 euro mensili al sindaco per potersi permettere un parcheggio privato”, ha detto l’europarlamentare. che definisce il piano di gestione del traffico “uno spezzatino, che penalizza l’uso del mezzo privato senza però implementare allo i tempo quello pubblico”. “Di per sé, disincentivare i mezzi privati non è sbagliato – ha aggiunto Angelilli – lo è dal momento in cui non si rende disponibile un adeguato servizio di trasporto pubblico. E poi c’è il problema dei parcheggi. Se non posso entrare nell’area ZTL, dove parcheggio lo scooter, se i parcheggi non ci sono?”. I motorini sono partiti in corteo fra clacson e fumogeni attraversando via di Ripetta e percorrendo il tridentino per poi tornare al punto di partenza. Proprio all’imbocco di via di Ripetta sono stati accolti dai commercianti, non tutti d’accordo con la manifestazione. Non sono mancate le risposte da parte dei manifestanti.

Servizio di Diana Romersi

Altre videonews di Cronaca

Allarme bomba alle Poste di viale Europa: a mezzogiorno salterà tutto in aria

“Ti sconto la multa che paghi…ME”. In manette 3 ispettori dell’Agenzia delle Entrate

Stangata al clan Mallardo, confisca per 46 milioni di euro tra Latina Napoli Caserta e Bologna

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.