Made in Italy, 3 prodotti alimentari su 4 non sono autentici

0

foto3(MeridianaNotizie) Roma, 29 aprile 2015 – Salame tipo Milano proveniente dal Brasile, Gorgonzola tedesco, Chianti americano o un Barbera rumeno. Sono solo alcuni dei prodotti italiani che vengono proposti sui mercati esteri. Secondo l’Associazione difesa dei Consumatori, l’italian sounding ci fa perdere 60 miliardi di euro e 3 prodotti alimentari italiani su 4 non sono autentici. Questi gli argomenti trattati nel corso del convegno “Prospettive di tutela del Made in Italy alle porte dell’Expo”.

Durante il convegno si è riflettuto sulla normativa attuale e sulle difficoltà di recepimento delle direttive europee. La contraffazione imitativa che colpisce i prodotti italiani del comparto agro alimentare, ma anche della moda e del design, di fatto introduce il consumatore, attraverso l’utilizzo delle parole, immagini o riferimenti geografici, ad associare erroneamente il prodotto a quello italiano, una pratica molto diffusa all’estero.

Servizio di Teresa Ciliberto

Share.

Comments are closed.