Primo Maggio, niente festa per i macchinisti della metro A. Garantito il servizio fino all’1.30

0

(Meridiana Notizie) Roma, 30 aprile 2015 – Niente festa dei lavoratori per i dipendenti della metro A. Il Primo Maggio lo passeranno a lavorare, dopo che è stata revocata la festività per garantire il servizio, soprattutto in vista del Concertone. Metro-AIl capo dei macchinisti della prima linea ieri ha richiamato in servizio tutti i conducenti che avevano chiesto il riposo. Una scelta obbligata, dato che per il turno di chiusura (tra le 21.30 e l’1.30), nessun autista si era dichiarato disponibile a lavorare volontariamente.

In piazza San Giovanni si attendono oltre 500mila persone (l’anno scorso furono 700mila, secondo gli organizzatori), la metro A quindi deve funzionare a pieno regime per evitare che la viabilità del centro storico vada in ginocchio. Anche perché autobus e tram domani offriranno un servizio ridotto, garantendo corse regolari solo dalle ore 8.30 alle ore 13.30 e dalle ore 16.30 alle ore 21. Insomma, tutta la pressione è sulla prima linea, che per l’occasione chiuderà all’1.30 e non alle 23.30 come previsto dal nuovo orario ridotto a causa dei lavori di manutenzione.

La redazione

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.