Vicequestore Bertolami sospeso dopo denuncia in Tv: “Ho rivelato verità scomode”

0

Bertolami denuncia una Polizia parallela: “Sono rimasti agli anni Settanta”.

(Meridiana Notizie) Roma, 16 aprile 2015  -“Mi hanno sospeso perché ho raccontato verità scomode” lo continua a ripetere Filippo Bertolami, vicequestore della Polizia di Roma, sospeso dal corpo dopo la sue parole durante la trasmissione di La7, Piazzapulita.

L’ex vicequestore in tv, aveva denunciato carenze e sprechi, ma soprattutto la presenza filippodi due culture parallere all’interno dello stesso Corpo di Polizia. Secondo Bertolami ad oscurare l’operato di poliziotti e poliziotte che lavorano quotidianamente per garantire la legalità nel Paese, si affianca una sottocultura violenta e aggressiva che affonda le sue radici negli anni Settanta “quando si doveva combattere il terrorismo e si cominciava a combattere la mafia sono stati utilizzati dei metodi che sono passati alla storia” ci spiega l’ex vicequestore di Roma. “Il problema è che quella cultura e l’uso di quei metodi è rimasto nel dna delle istituzioni, ma non si può trasferire questi metodi contro movimenti politici, movimenti sindacali, movimenti sociali sul territorio oppure movimenti interni che si vogliono ribellare ad uno stato di cose, in un momento come questo di crisi economica”.

Il servizio di Diana Romersi

Share.

Comments are closed.