Immigrazione, la Dcstorica contro il trattato Dublino3 lancia una petizione

0

(Meridiana Notizie) Roma, 30 aprile 2015 – Una petizione per rivedere il regolamento di Dublino3, è una delle primissime iniziative del nuovo partito Democrazia cristiana storica. Il neo-partito con un gazebo davanti Montecitorio ha raccolto le firme per dcchiedere di fare “la voce grossa” con l’Europa. L’obiettivo è eliminare un trattato che vorrebbe delegare il problema dell’immigrazione ai soli Stati che si trovano a fare da ponte con l’Africa, tra cui proprio l’Italia.

Spiegano gli organizzatori: “Attualmente l’Italia, anche per posizione geografica, è il Paese che subisce il flusso migratorio maggiore verso l’Europa, ritrovandosi inevitabilmente sola a fronteggiare elevati numeri di migranti, fuggiti per motivi economici o perseguitati per altre ragioni. La solidarietà e la cooperazione degli Stati membri dell’Unione europea, prevista dai Trattati, rimane spesso una dichiarazione di intenti. Noi crediamo che sia il momento dei fatti concreti e che L’Europa diventa unica davvero in fatto di accoglienza. Un atto forte, in cui chiederemo che il problema immigrazione venga di fatto gestito dall’intera Unione europea e non solo dagli stati frontalieri”. L’hasthag è #STOPDUBLINO3

Il servizio di Diana Romersi

Share.

Comments are closed.