Cultura, gli Stati Uniti restituiscono all’Italia 25 opere

0

foto1(MeridianaNotizie) Roma, 26 maggio 2015 – 25 capolavori dell’arte italica tornano alla collettività dopo un’operazione di recupero che ha visto collaborare i Carabinieri del Comando Tutela Patrimonio Culturale con le autorità americane. I capolavori sono stati individuati negli Stati Uniti, dove erano arrivate illegalmente.

“L’Italia – ha sottolineato l’ambasciatore americano – può contare su una ricca eredità culturale e per questo è purtroppo condannata a subire il saccheggio di importanti reperti culturali”. In questo caso, però, “la collaborazione tra HSI e TPC ha permesso la restituzione di alcune importanti opere. Tali risultati – ha aggiunto – non sarebbero possibili senza il Memorandum d’Intesa fra i nostri due governi che prevede restrizioni alle importazioni di materiale archeologico proveniente da tutte le aree d’Italia”.

Sullo stesso punto ha insistito anche il ministro Franceschini secondo cui “è molto importante questo tipo di collaborazione contro tali reati” a maggior ragione “in questo momento storico in cui assistiamo alla sistematica e ricercata distruzione del patrimonio artistico” che si compie ” attraverso la distruzione materiale delle opere ma anche attraverso i trafugamenti”.

Fra le opere recuperate, di particolare pregio è senza dubbio la Kalpis etrusca a figure nere, databile fra il 510 ed il 500 a.c, recuperata nel Toledo Museum of Art (Ohio). Dopo varie acquisizioni era invece finito nella disponibilità di un collezionista giapponese un coperchio di sarcofago di marmo risalente al II secoli a.C. È stato lo stesso collezionista, capita la provenienza illegale, a rinunciare al diritto di proprietà sul bene, stimato intorno ai 4,5 milioni di euro. Proveniva invece da Pompei l’affresco raffigurante una figura femminile con un lungo mantello sequestrato ad un magnate americano con la passione per l’arte.

Servizio di Teresa Ciliberto

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.