Sequestrati mezzo milione di capi contraffatti, maxi operazione della Gdf di Rieti

0

(MeridianaNotizie) Roma, 18 maggio 2015 – Mezzo milione di pantaloni sequestrati, due persone denunciate dalla Guardia di finanza. Pantaloni sportivi, pantacollant e bleu jeans, tutti rigorosamente taroccati nella loro composizione tessile. Le Fiamme gialle avevano sospetti su alcuni pantaloni, in vendita presso un esercizio commerciale gestito da un cittadino di nazionalità cinese.

I capi, da un primo esame, lasciavano presupporre una mancata corrispondenza tra quanto riportato nelle etichette “100% cotone” e la reale composizione degli stessi. Essendo prodotti che vanno a diretto contatto con la pelle, i finanzieri hanno ritenuto opportuno inviarne alcuni campioni ai Laboratori della Camera di Commercio al fine di accertarne la qualità.abbigliamento-contraffatto1

Dalle analisi merceologiche ne scaturiva una composizione molto diversa da quella riportata sulle etichette, risultando un “misto cotone con il 36% poliestere”. Su ordine della Procura della Repubblica, sono successivamente state eseguite perquisizioni in vari punti vendita e di stoccaggio della merce, nonché in altri luoghi ove si deteneva la documentazione contabile ed extracontabile. I finanzieri sono risaliti all’intera filiera riuscendo a disarticolare la catena logistica, organizzativa e strutturale dell’organizzazione, individuandone così l’importatore ed il distributore per l’Italia. I capi posti sotto sequestro sono stati oltre mezzo milione, per un valore stimabile sul mercato di quasi nove milioni di euro. Due sono i soggetti denunciati all’Autorità Giudiziaria, entrambi giovani di nazionalità cinese. Uno di questi aveva già precedenti penali specifici in materia di frode in commercio, vendita di prodotti industriali con segni mendaci e ricettazione.

Cristina Pantaleoni

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.