Il giocatore NBA Alex English a scuola contro il bullismo

0

foto1(MeridianaNotizie) Roma, 27 maggio 2015 – “Bullying? No thanks”. Con questo messaggio si apre la giornata internazionale “No Bullying. No Cyberbulling – Campioni di vita” al liceo scientifico Benedetto Croce. Il messaggio dell’iniziativa è quello di combattere il bullismo ed essere campioni nello sport e nella vita. In occasione dell’evento come ospite d’onore c’è stato Alex English, cestista americano, otto volte NBA All-Star tra il 1982 e il 1989, eletto nella Basketball Hall of Fame.

“Abbiamo fortemente voluto qui questa giornata perchè guardiamo con attenzione istituti di indirizzo sportivo e a quelli che non si trovano al centro della nostra città” ha sottoleato l’assessore capitolino allo sport Paolo Masini. 

“Quello che vedete oggi è il prodotto finito d tanti anni di duro lavoro – ha raccontato English agli studenti – Sono cresciuto a Colombia, nella Carolina del sud, in una casa con tredici ragazzini tra sorelle fratelli e cugini in tre stanze. Il boss a casa era mia nonna che mi ha insegnato tante cose positive: la più importante è stata l’umiltà, che mi sono sempre portato dietro in tutta la mia vita. Crescere negli stati uniti 45 anni fa non era cosa semplice: venivamo discriminati per il colore della pelle, per la religione, perché ero povero, perché ero alto. Ma io ho preso tutte queste cose negative e le ho trasformate in qualcosa di positivo. Crescendo ho dovuto imparare a mettermi sempre nei panni di una persona diversa da me”. English ha detto di essere molto legato all’Italia, dove ha vissuto per un periodo, ma di aver girato il mondo. Facendolo ha capito che “pur essendo diversi vogliamo tutti la stessa cosa: vogliamo una buona vita e vogliamo essere felici”. Prima di indossare la tuta e andare in palestra a giocare con i ragazzi, il campione ha invitato gli studenti a denunciare gli atti di bullismo e aiutare gli amici che ne sono vittime. 

Servizio di Teresa Ciliberto

 

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.