La tigre di Sumatra arriva al Bioparco di Roma

0

(MeridianaNotizie) Roma, 25 giugno 2015 – Taglio del nastro questa mattina al Bioparco di Roma. E’ stata inaugurata l’area che ospita alcuni rarissimi esemplari delle Tigri di Sumatra. Questi animali, tra le specie più piccole tra le tigri esistenti in natura, si trovano solo sull’isola dell’arcipelago dell’Indonesia, da cui prendono il nome. Ad oggi se ne contano solo circa 400 esemplari esistenti concentrati in aree naturali protette. Le tigri di Sumatra infatti sono minacciate costantemente dalla distruzione del loro habitat naturale a causa di disboscamento e nascita di nuovi insediamenti umani. Il Bioparco è l’unica struttura italiana ad ospitare la tigre di Sumatra, grazie ad un programma europeo di conservazione che ha l’obiettivo di evitare la totale estinzione di questo felino. Oggi, all’evento di inaugurazione, hanno partecipato Luigi Boitani, direttore esecutivo Fondation Segré (fondazione che si occupa di conservare la biodiversità sul pianeta), Federico Coccìa, presidente Fondazione Bioparco di Roma e Tullio Scotti, direttore generale Fondazione Bioparco di Roma. tigre-sumatra2

“Finalmente, dopo cento anni, nasce il nuovo exhibit – dice soddisfatto il del Bioparco di Roma, Federico Coccìa – che si estende per circa 1.000 mq complessivi, superficie più che raddoppiata rispetto all’area originaria, realizzata a inizio ‘900 dall’architetto Carl Hagenbeck e della quale abbiamo conservato le imponenti rocce storiche. Nell’area è stato riprodotto un ambiente simile a quello naturale – spiega – con corsi d’acqua che sfociano in grandi vasche e vegetazione tropicale. Sono inoltre presenti ampie vetrate che seguono il perimetro dell’area e che permettono al pubblico di osservare questi magnifici felini molto da vicino e una sezione educativa con installazioni didattiche che evidenziano le caratteristiche salienti della specie, con particolare riferimento all’eco-etologia, alle minacce di estinzione e ai progetti di conservazione in natura”.

Ad esprimere soddisfazione anche Luigi Boitani della Fondation Segrè che ha commentato: “Per me e per la Fondazione che oggi rappresento – dichiara – è un onore e un momento emozionante inaugurare quest’area dove finalmente le tigri possono vivere senza incontrare pericoli”. Prima del taglio del nastro anche Tullio Scotti, direttore generale della Fondazione Bioparco ha espresso la sua emozione per un evento che segna un momento importante per il Bioparco di Roma. ”Dopo la realizzazione dell’area degli oranghi – ha dichiatato Scotti – oggi abbiamo raggiunto un altro grande traguardo – sottolinea il Direttore Generale della Fondazione Bioparco, Tullio Scotti – l’exhibit ospita infatti la tigre di Sumatra (Panthera tigris sumatrae), sottospecie che vive nelle foreste tropicali dell’isola indonesiana, minacciata di estinzione principalmente a causa della scomparsa dell’habitat, distrutto per fare posto alle coltivazioni di palma da olio, ma anche a causa del bracconaggio: la tigre viene cacciata illegalmente come trofeo, per la pelliccia e per l’utilizzo nella medicina tradizionale cinese”. La nuova area del parco che ha già riscosso un notevole successo di pubblico coinvolgerà nei prossimi giorni i visitatori in diverse attività. Animatori e operatori didattici intretteranno grandi e piccoli con attività ludiche per entrare in contatto con le tigri e conoscere più da vicino le loro abitudini. Momenti didattici tesi a scoprire il valore della biodiversità e della salvaguardia dell’ambiente.

Servizio di Cristina Pantaleoni

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.