Omicidio gioielliere a Prati, si suicida in cella il presunto killer

0

(Meridiana Notizie) Roma, 20 luglio 2015 –  Si è suicidato in una cella del carcere di Regina Coeli Ludovico Caiazza, 32 anni, presunto killer di Giancarlo Nocchia, il gioielliere ucciso nel suo negozio in via dei Gracchi a Roma. Caiazza era stato intercettato e fermato su un treno diretto a Latina; con sé aveva il telefono della vittima, due pistole e la refurtiva.

Secondo quanto si apprende dalle agenzie, Caizza era da solo in cella ed è stato trovato impiccato con un lenzuolo intorno alla mezzanotte dalla polizia penitenziaria nel corso di un controllo dei detenuti. Tutti i tentativi di soccorrerlo e rianimarlo si sono rivelati inutili. Giunta sul posto l’ambulanza, per il presunto killer non c’era più nulla da fare. Secondo i primi rilievi il giovane si sarebbe suicidato nella tarda serata di ieri.

Oggi il pm Musolino avrebbe dovuto inoltrare al gip la richiesta di convalida del provvedimento di fermo per i reati di omicidio volontario e rapina.

 La redazione

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.