Sant’Andrea, droga e appalti pilotati: arrestato il direttore generale Bianconi

0

(Meridiana Notizie) Roma, 30 luglio 2015 – Arrestato Egisto Bianconi direttore generale dell’ospedale Sant’Andrea. Bianconi è finito nel mirino degli inquirenti nell’ambito di un’inchiesta sulle procedure di aggiudicazione di un importante appalto per le camere mortuarie. L’accusa, rende noto la questura, è “turbata libertà degli incanti, rivelazione e utilizzazione di segreti d’ufficio e corruzione per un atto contrario ai doveri d’ufficio”.

Insieme a lui altre 9 persone sono state raggiunte da misure cautelari emesse dal gip presso il Tribunale di Roma. Tra le attività illecite della famiglia Primavera, attiva nel traffico di droga nel quartiere di San Basilio a Roma, è emersa la vicenda della gara d’appalto indetta dall’azienda ospedaliera Sant’Andrea. La gara di appalto, che si è e protratta fino al novembre 2014 riguardava l’affidamento dei “servizi inerenti i decessi in ambito ospedaliero con annessa gestione della camera mortuaria”. Le indagini della squadra mobile hanno permesso di documentare l’assegnazione fraudolenta dell’appalto a favore di Luciano Giustino Taffo e del figlio Daniele, noti imprenditori titolari dell’omonima ditta di pompe funebri della capitale.

Emblematiche le conversazioni intercettate nelle quali gli indagati – avuta notizia dell’aggiudicazione formale dell’appalto da parte dei Taffo – avevano esclamato: “Ha vinto… Tirasse fuori i soldi… Non siamo ragazzini nessuno: queste cose uno ce magna…”. I conti sul giro d’affari legato alle camere mortuarie emergono dall’intercettazione telefonica di Daniela Chimenti e Barbara Severini”Effettua la media di cinquecento decessi all’anno… A tre mila euro la media a funerale… E’ un milione e mezzo di euro l’anno…” Facendo poi riferimento alle loro aspettative di guadagno “E noi vogliamo mangiare anche un bel piattino de fettucine… Poi c’è il salmone e altre cosette… Me raccomanno… Che questo io entro a lavora con loro faccio la becchina, glie faccio…”.

Il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, appresa la notizia della disposizione di misure cautelari domiciliari nei confronti del direttore generale del Sant’Andrea, Egisto Bianconi, per fatti risalenti al suo precedente incarico, “ne ha disposto l’immediata sospensione dalla carica, nominando un commissario straordinario nella persona del dottor Lorenzo Sommella attuale direttore sanitario aziendale”. Lo comunica in una nota la Regione Lazio.

Il servizio di Diana Romersi

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.