Voleva incidere il suo nome sul Colosseo, arrestato un turista libanese

0

(Meridiana Notizie) Roma, 12 luglio 2015 – Voleva lasciare un segno del proprio passaggio, ma il turista che è stato beccato ad incidere il proprio nome sul Colosseo non è certo una celebrità. Con una monetina un 22enne  libanese stava incidendo le proprie iniziali su un pilastro del Colosseo, quando è stato notato dagli addetti alla vigilanza del Colosseo, che lo hanno fermato e consegnato a una vicina pattuglia dei carabinieri della compagnia di piazza Dante. Secondo quanto appreso, il ragazzo è stato portato in caserma, dove dovrebbe essere emessa una denuncia nei suoi confronti.

L’anfiteatro Flavio è stato oggetto da sempre di vandalismi di turisti beceri. Negli ultimi 18 mesi è la quinta volta che accade. Come il canadese di 15 anni che ha staccato , a marzo 2014, un frammento di laterizio per portarselo a casa. O come il padre e figlio australiani (45 e 12 anni) che hanno inciso il loro nome su una parete, o come il sedicenne brasiliano che ha inciso una «M» sul muro della Terrazza Valadier. Ventimila euro è invece costata a un russo di 42 anni la grande «K» incisa su un muro interno, oltre a 4 mesi di reclusione.L’anfiteatro Flavio è stato oggetto da sempre di vandalismi di turisti beceri. Negli ultimi 18 mesi è la quinta volta che accade. Come il canadese di 15 anni che ha staccato , a marzo 2014, un frammento di laterizio per portarselo a casa. O come il padre e figlio australiani (45 e 12 anni) che hanno inciso il loro nome su una parete, o come il sedicenne brasiliano che ha inciso una «M» sul muro della Terrazza Valadier. Ventimila euro è invece costata a un russo di 42 anni la grande «K» incisa su un muro interno, oltre a 4 mesi di reclusione.

La redazione

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.