Lavoratori dei canili in protesta contro bando. Campidoglio: “non si torna indietro”

0

foto(MeridianaNotizie) Roma, 25 agosto 2015 – “Giù le mani dai lavoratori dei canili”. Con questo striscione un gruppo di lavoratori e volontari hanno manifestato in piazza del Campidoglio contro il bando prodotto dall’amministrazione capitolina per la gestione dei canili comunali. Un bando che “non garantirà il posto di lavoro di oltre 100 persone e che manderà a casa 9 operatori su 10” spiega Simone Placido, uno dei lavoratori del canile della Muratella.

Infatti, sottolinea Simona Novi, presidente associazione volontari canile di Porta Portese, “il bando prevede importi non congrui: dai nostri calcoli con queste cifre ridicole, circa 670 mila euro, uscirebbe una diaria giornaliera per ogni cane e gatto di 2,7 euro. Una cifra inferiore anche a quanto si spende nei canili lager. Questo non lo permetteremo”

Dal Comune arriva un solenne “non si torna indietro” . lo fa sapere in una nota il vicesindaco e assessore al bilancio di Roma Marco Causi. “Roma Capitale ha l’obbligo di assicurare servizi efficienti alla parti delle altre città italiane. Nel frattempo stiamo vagliando tutte le possibili soluzioni per reperire ulteriori risorse per la gestione dei canili fino alla fine del 2015, così da garantire il livello qualitativo dei servizi e ad aprire strade che possano tutelare i livelli occupazionali.”

Servizio di Teresa Ciliberto

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.