Operazione Blu Sky, fermati gli scafisti di S. Silvestro in Germania

0

(MeridianaNotizie) Roma, 12 agosto 2015 – Con l’accusa di aver fatto parte dell’equipaggio della motonave moldava ‘Blue sky-M’, con 796 migranti, che lo scorso 31 dicembre approdò sulle coste pugliesi di Gallipoli, due cittadini siriani sono stati arrestati a Soest dalla polizia tedesca su mandato d’arresto europeo richiesto dalla Dda di Lecce. Le indagini sono state svolte dal pool anti-immigrazione interforze. L’accusa: favoreggiamento dell’immigrazione clandestina aggravata da trattamenti “inumani e degradanti”. L’approdo della motonave avvenne in pieno ordine grazie ad un massiccio dispiegamento delle Forze di Polizia salentine, tra cui i militari del Comando Provinciale dei Carabinieri di Lecce.migranti-lecce1

Al soccorso dei migranti, stremati dal lungo viaggio in mare a bordo di un’imbarcazione che gli stessi “scafisti” non esitavano a definire “una scolapasta”, si affiancarono da subito le investigazioni del Pool anti – immigrazione. La perquisizione della nave, poi sequestrata, e l’ispezione ad opera dei Carabinieri della Sezione Investigazioni Scientifiche del Comando Provinciale per il reperimento di elementi utili al prosieguo dell’indagine, e gli interrogatori di alcuni passeggeri consentirono l’individuazione del Comandante dell’imbarcazione, R.S. – siriano, che fu immediatamente sottoposto a fermo di indiziato di delitto. Sul suo smartphone poi, gli investigatori del Pool Anti- immigrazione individuarono la lista equipaggio e rintracciarono, nell’immediatezza, altri tre “scafisti”, che vennero arrestati quella stessa notte, con l’accusa di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, con l’aggravante di aver sottoposto i migranti a trattamenti inumani e degradanti.

Cristina Pantaleoni

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.