Il Festival del Cinema di Roma diventa Festa: 37 film e nessuna cerimonia

0

(MeridianaNotizie) Roma, 29 settembre 2015 – Roma si prepara a diventare per nove giorni la Capitale del cinema. Dal 16 al 24 ottobre, le sale dell’Auditorium Parco della Musica ospiteranno la decima edizione della Festa del Cinema. 37 i film nella selezione ufficiale, per 25 paesi partecipanti, dal cinema indipendente alle grandi produzioni, per un’iniziativa che da “festival” è diventata “festa”: niente concorsi, niente giurie, niente premi se non quello del pubblico. Una decisione fortemente voluta dal direttore artistico, Antonio Monda. 

Tra i film selezionati, Alaska di Claudio Cupellini, Dobbiamo parlare di Sergio Rubini, Eva no duerme di Pablo Aguero, sulla morte di Evita Peron, Lo chiamavano Jeeg Robot di Gabriele Mainetti. E poi serie tv come Fargo, documentari come Ouragan o Registro di classe. E poi ancora due eventi speciali – tra cui una proiezione de La grande bellezza con 40 minuti mai visti – tre film in collaborazione con Alice nella città, nove film-documentari nelle linee Work in progress, Hidden City, Riflessi. Dieci gli incontri con i grandi protagonisti del cinema, da Jude Law a Wes Andersons, a William Friedkin che dialoga con Dario Argento, a Paolo Sorrentino o Paolo Villaggio. Tre, invece, le retrospettive- Viaggio nel mondo Pixar, Antonio Pietrangeli e Pablo Larrain- e dieci gli omaggi, con proiezione di film di Ettore Scola, fratelli Taviani, Pasolini, Francesco Rosi o Ingrid Bergman. 

Testimonial della festa sarà la scomparsa Virna Lisi, cui è stato intitolato un premio che verrà consegnato a novembre. Un’edizione ricca ma che dovrà scontare l’aver a disposizione un giorno in meno – 9 giorni invece che 10 – e una sala in meno. “Mancherà la sala più grande, Santa Cecilia. Partiremo con 20 mila spettatori in meno, è un dato e non possiamo che prenderne atto” ha commentato Monda.

Servizio di Teresa Ciliberto

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.