Roma, musica e poesia risuonano nella Metro C per le vittime di Auschwitz

0

(MeridianaNotizie) Roma, 14 ottobre 2015 – Musica e poesia che risuonano nella metropolitana di Roma, per ricordare il tragico “pogrom” dei 1.390 artisti del ghetto di Terezìn, giustiziati nelle camere a gas di Auschwitz il 17 ottobre 1944. Accadrà sabato 17 ottobre, a partire dalle 19.09, in tre stazioni della metro C, Teano, Malatesta e Pigneto, con “Non abbiamo pianto – uscire dal ghetto: gli artisti di Terezin parlano col nostro tempo”. Un concerto itinerante, ideato e promosso dall’Associazione “She Lives” in collaborazione con Teatro dell’Opera di Roma e Atac, con il patrocinio dell’assessorato capitolino a Cultura e Sport, e della Comunità ebraica di Roma e con il sostegno di Errebian SpA e della Reale ambasciata di Norvegia.

Protagonisti dell’evento l’Orchestra dell’Opera, diretta per l’occasione dal maestro Gabriele Bonolis, primo complesso sinfonico ospitato in 60 anni di storia dalla metro capitolina, le musiche di Pavel Haas e di Lasse Thoresen, che sarà presente all’evento, e le poesie di Viktor Ullmann, una delle vittime, e di Nicola Muschitiello, che leggerà le liriche insieme al regista Giorgio Barberio Corsetti. Mentre Radio3 trasmetterà in diretta dalle 19.45 il live dalla stazione di Malatesta. A presentare l’iniziativa, in una conferenza stampa al Costanzi, il sovrintendente dell’Opera di Roma Carlo Fuortes, il presidente della Comunità ebraica di Roma Ruth Dureghello, il direttore di Radio3 e presidente del Teatro di Roma Marino Sinibaldi, Guido Barbieri e Fabiana Piersanti per l’associazione “She Lives” e il direttore della comunicazione di Atac Giuseppe Noia. 

Serviodi Teresa Ciliberto

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.